12.3 C
Vigevano
sabato, Dicembre 3, 2022
More
    HomeCultura e tempo liberoVigevano, riapre il teatro Cagnoni

    Vigevano, riapre il teatro Cagnoni

    Stagione del teatro Cagnoni: tredici spettacoli, tra opera, drammaturgia, concerti, comicità. “Poche” rappresentazioni che potranno comunque soddisfare il pubblico.

    Presentata presso il ridotto del teatro Cagnoni dal sindaco Andrea Ceffa, dall’assessore alla cultura Andrea Sala, da Luigi Grechi vice presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, da Fiorenzo Grassi direttore artistico della stagione e da Andrea Raffanini direttore dell’Orchestra Città di Vigevano, la stagione, prima di essere avviata «ha necessariamente atteso che venissero ultimati i lavori di messa in sicurezza del teatro – ha detto Sala – la riapertura ci consente di predisporre la stagione fino a marzo. Successivamente avrà inizio un’altra parte di lavori, quelli che adegueranno il teatro alle tecnologie multimediali più all’avanguardia». L’essenziale era aprire. E sabato 8 ottobre la stagione prenderà il via con il dramma “Don Giovanni” proposto dall’Orchestra Città di Vigevano.

    RITORNO CON UN GRANDE PROGRAMMA «Riapriamo il Cagnoni dopo tanto tempo – ha puntualizzato il sindaco Andrea Ceffa – per me, questa, è la prima inaugurazione con la fascia da sindaco, l’ultima, quella del 2020 è stata solo virtuale. Ora riapriamo ma pensiamo anche ad andare avanti con i lavori così da poter riavere il teatro completamente, allestendo una stagione completa: come quella alla quale erano abituati i tanti affezionati abbonati e spettatori». «Due anni e mezzo di chiusura è un’eternità – ha detto Fiorenzo Grassi – il mondo del teatro è cambiato radicalmente: molti professionisti hanno cambiato attività oppure non fanno solo quello che facevano fino a due anni fa. Stasera presentiamo una stagione dal notevole peso contenutistico: il 22 novembre “La notte di Antigone per la regia di Giacomo Ferrau; il 6 e 7 dicembre avremo Silvio Orlando con “La vita davanti a sé”, uno spettacolo di rara bellezza che ha vinto la Maschera d’Argento. A dicembre “Nel tempo che ci resta”: elegia per Giovanni e Paolo Borsellino, uno spettacolo per far arrivare il senso della verità che questi due protagonisti hanno sempre cercato. Si prosegue con “Ma pure questo è amore”: il tema è la diversità, con Gabriele Genovese e Valeria Perdonò». Poi il 9 novembre “Fellini”: un omaggio per il centenario della nascita del Maestro. A gennaio spazio alla leggerezza con Ale e Franz, martedì 24 gennaio con “Comincium”, spettacolo divertente che mette in risalto la loro bravura e professionalità. Il 7 febbraio “Così è (se vi pare)” di Pirandello con la brava Milena Vukotic.

    Luci nel teatro Cagnoni di Vigevano

    BALLETTO E NON SOLO Il 23 spazio sarà la volta della danza con la Compagnia Hervè Koubi che presenta “Les Nuits Barbares”, musiche di Mozart, Faurè, Wagner. Il 9 marzo Sergio Castellitto, per la prima volta a Vigevano, presenta “Zorro” un eremita sul marciapiede, di Margaret Mazzantini. Il 24 marzo Michele Placido con “La bottega del caffè”. L’Orchestra Città di Vigevano sarà protagonista dell’apertura con “Don Giovanni” sabato 8 ottobre, del concerto del 20 novembre con la violinista Francesca Bonaita, del Gran Varierà di Capodanno di domenica 1 gennaio. «Presentiamo un programma molto vario – ha concluso Raffanini – ci sarà Ciaikoski, che sarà apprezzato da molti vigevanesi, così come la Settima Sinfonica di Beethoven: non ci resta che aspettarvi a teatro».

    Isabella Giardini

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764