8XMille / I progetti per la Chiesa vigevanese e lomellina

Dove vanno i soldi dell’otto per mille? La scorsa settimana L’Araldo ha dedicato il primo piano al funzionamento di questo contributo e si è concentrato sulla quota dedicata agli “Interventi caritativi”, intervistando il direttore della Caritas diocesana don Moreno Locatelli. Questa settimana l’approfondimento è dedicato agli interventi “Per esigenze di culto e pastorale”: ristrutturazione di edifici sacri; educazione dei giovani, famiglie, stranieri, pastorale del lavoro. L’elenco di questi progetti certamente serve per la giusta rendicontazione inviata alla Cei, ma soprattutto fa emergere il vasto campo in cui i fondi trovano la loro destinazione e soprattutto il loro concreto sostegno per diversi ambiti della pastorale. Questa lista sintetizzata consente di rendersi conto di come la Chiesa è sempre in prima linea.

    • Con il progetto “Esigenze di culto e pastorale” la Diocesi intende sostenere interventi di manutenzione e conservazione edilizia dei beni culturali. Sono state individuate 15 parrocchie per una somma complessiva di 60mila euro.
    • Assegnati 668,60 euro per la formazione alla corresponsabilità laicale nel servizio alle proprie comunità e alle nascenti Unità Pastorali, con un taglio esperienziale ed operativo. I destinatari sono gruppi adulti di Azione Cattolica e comunità parrocchiali / vicariali che intendono approfondire la tematica della corresponsabilità laicale.
    • 400 euro per la formazione cristiana degli educatori/ animatori di oratorio e gruppi giovanili in collaborazione con gli uffici diocesani competenti. Destinatari, responsabili/educatori attivi in oratorio o nei Grest parrocchiali (fascia 16-23 anni), educatori ACR, giovani AC.
    • Nell’ambito della catechesi ed educazione cristiana sono stati assegnati 600 euro per il rinnovamento e lo sviluppo dei media associativi: bollettino “Insieme si può”, sito, pubblicazioni e social per soci di AC e simpatizzanti, comunità parrocchiali, persone interessate agli eventi e ai contenuti associativi.
    • Nell’ambito dell’esercizio del culto 10mila euro sono stati assegnati a tutto il territorio della Diocesi per spese di sacrestia, manutenzione e conservazione degli arredi e paramenti sacri.
    • Per le celebrazioni del Vescovo assegnati 5mila euro allo scopo di ridestare il senso di centralità della cattedrale e di unità della Chiesa in modo particolare nelle zone Sud ed Est della Diocesi in cui è meno sentita l’appartenenza alla comunità diocesana.
    • 50mila euro per l’adeguamento dell’impianto di illuminazione per il risparmio energetico 100% energia pulita. Destinatari: tutto il territorio della Diocesi di vigevano, turisti provenienti sia dall’Italia che dall’estero. Tra i benefici attesi, il recupero della fruibilità del patrimonio artistico della cattedrale.
    • Attraverso progetti innovativi giungere alla collaborazione tra istituzione museale e istituzioni educanti e fornire al pubblico strumenti partecipativi per la reale comprensione delle opere esposte. È lo scopo del Museo del Tesoro del Duomo, che ha ricevuto 40mila euro. La vita del museo ha come obiettivo primario la salute delle collezioni che si fonda sulla programmazione di campagne di restauro e monitoraggio delle opere e nei progetti verso il pubblico.
    • L’Archivio diocesano, che ricevuto 10mila euro, cura la conservazione e lo studio dei documenti della curia e di diverse parrocchie; accoglie e favorisce la ricerca da parte di privati, e ha registrato circa 250 accessi all’anno. Tra i benefici attesi, realizzare una divulgazione del patrimonio storico della Chiesa e intraprendere una stabile collaborazione con l’Università e con gli Archivi di Stato.
    • 182.655,38 euro per la gestione e organizzazione della curia sono stati stanziati al fine di consentire ai vari uffici l’esercizio dell’attività pastorale per le parrocchie, gli oratori, gli enti ed associazioni ecclesiali che si rivolgono della Diocesi.
    • La Pastorale della famiglia ha ricevuto 2mila euro per la Giornata diocesana di festa per le famiglie della Diocesi per favorire l’incontro tra famiglie in un clima di festa e condivisione e consolidare e allargare l’équipe dei collaboratori.
    • Per la festa di San Valentino la Pastorale della famiglia ha ricevuto 1.500 euro, allo scopo di stimolare la riflessione sulla coniugalità e incontrare le coppie che hanno frequentato o stanno frequentando i corsi in preparazione al sacramento del matrimonio.
    • 1.000 euro per gli incontri formativi sulla tematica familiare, che prevedono una parte di testimonianza e una di condivisione legata alla tematica affrontata, con uno spazio dedicato anche ai figli. I benefici attesi sono lo formazione di una rete di famiglie a livello diocesano, la nascita o il consolidamento di gruppi di spiritualità familiare parrocchiali/interparrocchiali, e lo stimolo del sostegno interfamiliare.
    • Lo spettacolo teatrale sul rapporto padri e figli della “Compagnia dei piccoli” di Cremona in occasione della festa di S. Giuseppe, ha ricevuto 1.500 euro per stimolare la riflessione sulla genitorialità e l’eventuale attivazione futura di percorsi sulla genitorialità.
    • All’Ufficio beni culturali, che cura la consulenza agli enti ecclesiastici per la conservazione del patrimonio artistico e coordina gli interventi di restauro contribuendo al reperimento dei contributi necessari, sono stati assegnati 6.500 euro da destinare a 87 parrocchie e 12 confraternite per una migliore conservazione e fruizione del patrimonio artistico appartenente alla Chiesa e per realizzare un coordinamento degli interventi all’interno dello stesso ente e tra enti diversi, per un più efficace utilizzo delle risorse.
    • Per il convegno dei catechisti nel gennaio 2023 al santuario della Bozzola e per altri incontri sul tema del ministero del catechista, in sede da individuare, sono stati assegnati 4.530,89 euro. Obiettivo, la formazione dei catechisti in ordine all’acquisizione della consapevolezza della propria identità e del servizio ad essi richiesto.
    • L’Ufficio cultura e formazione, che opera in tutti i settori che promuovono la riflessione del credente sulla fede collocata nel mondo moderno e i modi correnti con cui gli uomini di oggi considerano l’uomo e le sue attività, ha ricevuto 7mila euro.
    • L’Ufficio pastorale della salute ha ricevuto 1.000 euro per il Convegno nazionale, i raduni dei direttori diocesani Ups, la Giornata mondiale dell’ammalato.
    • All’Ufficio pastorale giovanile per la Giornata mondiale della gioventù sono stati assegnati 8mila euro per un momento di incontro e preghiera tra i giovani della Diocesi e il Vescovo, con l’obiettivo di un coinvolgimento dei giovani nel cammino spirituale della Diocesi e della chiesa universale.
    • Per aiutare i giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni a fare luce sulla loro vocazione, l’Ufficio pastorale giovanile ha ottenuto 2.900 euro. Il mezzo fondamentale è il discernimento spirituale, non psicologico, ovvero l’ascolto dello Spirito operante nella propria storia.
    • 6.600 euro sono stati stanziati per la realizzazione di un raduno animatori di Grest di tutta la Diocesi per valorizzare l’esperienza dell’Oratorio estivo e l’impegno degli animatori stessi, e sperare che continuino in questo loro cammino come esempio ai più piccoli, trasmettendo loro l’entusiasmo e la gioia nell’essere animatore d’oratorio.
    • 3mila euro sono stati assegnati alla Pastorale giovanile per i tre giorni di ritiro organizzato con laboratori, momenti di formazione, riflessione e preghiera, per promuovere la socializzazione e la formazione dei formatori degli animatori.
    • L’Ufficio pastorale sociale ha ricevuto 2.200 euro per la sostituzione di un pc obsoleto, per il convegno del 1° maggio e per attività d’ufficio, allo scopo di promuovere una riflessione e una diffusione della dottrina solidale della chiesa, e di attivare proposte concrete di interventi su un piano solidale.
    • Per la tradizionale camminata dei maturandi al santuario della Bozzola sono stati stanziati 1.500 euro, allo scopo di conoscere i ragazzi delle quinte superiori e di far vivere loro un’esperienza di pellegrinaggio.
    • L’Ufficio amministrativo, che stabilmente assiste parrocchie ed enti ecclesiastici non parrocchiali su diversi settori di attività, ha ricevuto 45mila euro per aiutare le parrocchie nella corretta gestione delle attività, nella puntuale risposta alle nuove esigenze di sicurezza e di legge. Destinatari le 87 parrocchie della Diocesi, 60 oratori, 70 enti ed associazioni ecclesiali.
    • Fondazione Missio, la Cimi e le Diocesi lombarde hanno promosso la 2° edizione del Festival della Missione per aiutare i missionari a immaginare un futuro che possa dare vita a questo evento nazionale. Per contribuire al fondo solidale “Festival della Missione” promosso dalla Conferenza episcopale lombarda per ri-immaginare la missione, i missionari e le missioni in Italia e nel mondo sono stati stanziati 5mila euro.
    • Per gli incontri di formazione del clero la Diocesi ha ricevuto 4.500 euro. Sono previsti incontri con la presenza di relatori esterni: 10 per tutto il presbiterio diocesano, 10 per i preti giovani; 5 per un gruppo di presbiteri scelti per costruire un progetto di pastorale giovanile condiviso, per circa 100 sacerdoti.
    • Laboratori didattici educativi in collaborazione con archivio e biblioteca della Diocesi, e un tavolo educativo con le scuole e le associazioni. Sono le attività per cui la Diocesi ha ricevuto 5mila euro, destinati alla conoscenza degli spazi di archivio e biblioteca per bambini e personale della scuola primaria e prima media.
    • Per il Sinodo dei Vescovi 2021-2023 sul tema: “Per una Chiesa sinodale: Comunione, partecipazione e missione” sono stati stanziati 2.500 euro allo scopo di fornire un’opportunità a tutto il popolo di Dio di discernere insieme come andare avanti sulla strada per essere una Chiesa più sinodale a lungo termine.
    • Per la 96ma Giornata missionaria mondiale di domenica 23 ottobre 2022, il Centro Missionario diocesano ha celebrato la Veglia in Duomo la sera di sabato 22, con alcune testimonianze. Il progetto, che ha ricevuto 1.300 euro, è destinato a tutti i fedeli cattolici e laici.
    • Nell’ambito della formazione del clero, la Diocesi di Vigevano ha ricevuto 8mila euro per la specializzazione e formazione teologica di alcuni presbiteri presso le facoltà teologiche, non solo al fine di preparare nuovi insegnanti di teologia, ma soprattutto per la ricaduta pastorale che tale formazione produce nella vita delle comunità a cui i sacerdoti sono assegnati.
    • Con “Sovvenire” la Diocesi organizza due giornate per far conoscere il sostegno economico per i sacerdoti e come l’otto per mille possa ritornare alla chiesa locale grazie ai progetti finanziati con le offerte liberali. Somma assegnata, 1.550 euro.
    • Per l’Ente opere religiose che edita la stampa cattolica diocesana (Araldo Lomellino e l’Aurora della Lomellina), voce comunicativa e strumento di confronto e di dialogo nelle comunità, sono stati stanziati 90mila euro. Ci si attende un maggiore coinvolgimento delle comunità parrocchiali nella vita della Diocesi, la diffusione del sentire pastorale della Chiesa anche in ambienti non esclusivamente cattolici, la conoscenza della vivacità della comunità cristiana anche in relazione alla vita sociale di tutto il territorio.
    • La Diocesi di Vigevano vuole contribuire al sostegno economico della Facoltà Teologica presso la quale proseguono gli studi alcuni presbiteri diocesani e si specializzano anche diversi laici impegnati nelle parrocchie. Per questo la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale ha ricevuto 5.425, 92 euro.
    • Per fornire a quanti lo desiderano uno strumento efficace di approfondimento della conoscenza teologica, in particolare per insegnanti collaboratori laici della Diocesi e delle parrocchie, l’Istituto di scienze religiose Sant’Agostino ha ricevuto 5.935 euro.
    • La Diocesi di Vigevano vuole contribuire al sostegno economico dell’Istituto “Beato Paolo VI” quale strumento e luogo di formazione cristiana e spirituale di tutta la Regione Ecclesiastica Lombardia. Per avere uno strumento efficace di approfondimento della conoscenza teologica e dell’esperienza spirituale, sono stati stanziati 3.840 euro.

a cura di Davide Zardo

Le ultime

“Sacramentine”, fuori dal mondo al servizio del mondo

C’è un cuore che batte tra le vie rumorose...

La vigevanese Sarah Toscano trionfa ad Amici 23

E’ la vigevanese Sarah Toscano la vincitrice della ventitreesima...

L’importanza di lavarsi le mani per fermare i germi

Fermare la diffusione dei germi è possibile semplicemente lavandosi...

Voto a Sartirana, corsa solitaria di Ghiselli

Una corsa in solitaria a Sartirana per l’attuale sindaco...

Login

spot_img
araldo
araldo
L'Araldo Lomellino da 120 anni racconta la Diocesi di Vigevano e la Lomellina, attraversando la storia di questo territorio al fianco delle persone che lo vivono.