12.3 C
Vigevano
mercoledì, Settembre 30, 2020
More
    Home Diocesi Festa dei giornalisti all'insegna dei 120 anni de L'Araldo

    Festa dei giornalisti all’insegna dei 120 anni de L’Araldo

    Una festa speciale, quella che i giornalisti lomellini hanno celebrato domenica 16 gennaio per la ricorrenza di San Francesco di Sales. L’appuntamento per la tradizionale manifestazione organizzata dalla Diocesi, dall’Araldo e dall’Associazione giornalisti di Vigevano e Lomellina “Giancarlo Rolandi” è cominciato alle 11 con la messa nella cappella del Seminario, presieduta dal vescovo, monsignor Maurizio Gervasoni, e concelebrata da don Guido Maria Omodeo Zorini e da don Emilio Pastormerlo, direttore dell’Araldo. Proprio il settimanale diocesano, al termine della celebrazione liturgica, è stato al centro dell’intervento del giornalista Carlo Ramella, che in un’Aula magna particolarmente affollata ha raccontato le tappe principali dei 120 anni del periodico, nato nel 1900 sotto il vescovo Pietro Berruti. Presenti all’incontro anche il sindaco di Vigevano Andrea Sala con il vice Andrea Ceffa, gli assessori Riccardo Ghia e Giulio Onori, i primi cittadini di Mede, Giorgio Guardamagna, e di Sannazzaro, Roberto Zucca.

    Il presidente dell’Associazione giornalisti di Vigevano e Lomellina, Giuseppe Del Signore, ha fatto il punto sul lavoro svolto dal sodalizio, che si spende in alcune iniziative ormai consolidate come il progetto “Giornalisti in classe”, il concorso “Dal nostro inviato” rivolto agli studenti delle scuole superiori del territorio, e gli incontri finalizzati all’aggiornamento professionale. Del Signore ha anche annunciato la realizzazione del nuovo sito Internet dell’Araldo, che verrà pronto nelle prossime settimane. «Facendo riferimento all’omelia del vescovo Gervasoni, che ha distinto tra poetica e retorica, e intendendo la seconda come lo strumento con cui si costruisce una lettura della realtà – ha detto il presidente – vorrei sottolineare che l’associazione Rolandi sin dalla sua nascita ha voluto mettere a fuoco le modalità con cui il mondo dell’informazione costruisce le interpretazioni del “mondo” che ci circonda, promuovendo i corsi e i concorsi per gli studenti della scuola secondaria, che sono un invito ad analizzare con spirito critico il contesto in cui sono inseriti. In seguito, nel nostro piccolo abbiamo approfondito questa riflessione partecipando alla formazione professionale promossa dall’Ordine dei giornalisti, con cui AssoRolandi collabora come soggetto riconosciuto da cinque anni proponendo corsi sul territorio, una delle poche realtà a farlo in Lombardia al di fuori di Milano. Da ultimo, la prima lettera di San Paolo ai Corinzi vede l’apostolo rimproverare ai suoi interlocutori affermazioni quali “io sono di Paolo”, “io sono di Cefa”;

    come giornalisti spesso anche noi ci confrontiamo in una logica competitiva, ecco da questo punto di vista l’Associazione rappresenta un’occasione di incontro, per adottare una logica collaborativa ancora più preziosa quanto più ci troviamo immersi in un mondo che, promettendo infinite relazioni digitali e non, in realtà vede i rapporti sociali atomizzati e le persone sempre più individui, sempre più sole

    Dopodiché si è passati alle premiazioni. Una targa speciale è stata consegnata al giornalista Sandro Passi, unico sul territorio ad aver tenuto per diversi anni una rubrica di satira e costume, per il settimanale “La Lomellina”. Premiati con un attestato Stefano Calvi, direttore dell’emittente TelePavia che quest’anno compie 10 anni di vita, e Mauro Ottonelli, ex direttore del mensile “Il Tam Tam” di Mede che ha chiuso lo scorso dicembre dopo 32 anni e otto mesi di attività. Un premio per i 120 anni dell’Araldo è stato consegnato a don Pastormerlo da Cesare De Micheli del Rotary Club e da Giuseppe Del Signore a nome dell’Associazione. Giancarlo Torti, ex direttore dell’Araldo e fondatore dell’Informatore Lomellino, ha ricordato che da gennaio il giovane Vittorio Testa è il nuovo direttore del settimanale mortarese, al posto di Giovanni Rossi. Più tardi, nel refettorio dove si è tenuta l’agape fraterna, dopo la consueta foto di gruppo nel cortile del Seminario, don Emilio Pastormerlo ha chiesto a tutti i presenti un applauso per l’Informatore Vigevanese, che quest’anno compie 75 anni.

    Davide Zardo

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Coronavirus, al Beato Matteo calano i ricoveri

    «La mia impressione è che probabilmente abbiamo raggiunto il picco di contagi». Pietro Gallotti, direttore generale dell’Istituto Clinico Beato Matteo, avanza questa ipotesi perché...

    I canali ufficiali

    1,417FansLike
    81FollowersFollow

    Speciale elezioni Vigevano 2020 - comunali e referendum

    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it