Ecco la Gmg diocesana

«La gioia di un’umanità in cammino»«Lieti nella speranza» (Rm 12,12) è il versetto biblico che accompagna il Messaggio di papa Francesco per la 38ma Giornata Mondiale della Gioventù nella fase diocesana.

Dopo l’esperienza gioiosa e felice della GMG di Lisbona, la speranza è stato sicuramente il motore di quei giorni, nei quali centinaia di migliaia di giovani da tutto il mondo si sono ritrovati in Portogallo attorno al Papa. Questa speranza accompagnerà anche i prossimi eventi della Chiesa universale e dei giovani: il Giubileo nel 2025 a Roma e la prossima GMG che si terrà a Seul, Corea del Sud. Il prossimo anno il tema della speranza sarà ancora una volta propedeutico al Giubileo, in quanto la GMG del 2024 avrà come titolo l’espressione del profeta Isaia: «Quanti sperano nel Signore camminano senza stancarsi» (cfr Is 40,31).

SPERANZA «Voi giovani – ricorda papa Francesco – siete la gioiosa speranza di una Chiesa e di un’umanità sempre in cammino. Vorrei prendervi per mano e percorrere insieme a voi la via della speranza. Vorrei parlare con voi delle nostre gioie e speranze, ma anche delle tristezze e angosce dei nostri cuori e dell’umanità che soffre». Questa gioia deriva dalla Pasqua di Cristo, la gioia della resurrezione, dal fatto che Dio ci ama e lo incontriamo nella nostra vita. Il Papa, nel suo messaggio, si rivolge ai giovani, soprattutto a coloro che sono provati nei loro sogni e nelle loro speranze: vittime di bullismo, di guerre, di povertà e altri disagi che li rendono depressi e senza speranza; dov’è la speranza, quando l’umanità vive queste situazioni? Citando il film “La vita è bella” papa Francesco chiede ai giovani di fare come il protagonista: di fronte agli orrori della guerra, lui cerca di mantenere nel figlio gli “occhi di speranza” per poter vedere il mondo buono nonostante il male e il buio esistente. «Come potremmo vivere senza speranza? Come sarebbero le nostre giornate? La speranza è il sale della quotidianità», continua papa Francesco, e aggiunge come la speranza «non è facile ottimismo e non è un placebo per i creduloni: è la certezza, radicata nell’amore e nella fede, che Dio non ci lascia mai soli e mantiene la sua promessa».

ALIMENTARE LA FIAMMA Perciò il Papa chiede di alimentare sempre la speranza che è in ciascuno: il rischio è che le preoccupazioni o le prove soffochino questa speranza che, al contrario, è da alimentare, come una lampada che illumina un cammino. Come? I modi sono tanti, ma nel messaggio papa Francesco ne presenta due in particolare. Innanzitutto la preghiera, presentata come il camminare ad alta quota: infatti quando camminiamo spesso vediamo solo le nuvole, ma

se saliamo al di sopra delle nubi, la luce e il calore del sole ci avvolgono; e in questa esperienza ritroviamo la certezza che il sole è sempre presente, anche quando tutto appare grigio.

L’altro modo per alimentare la speranza è attraverso le scelte quotidiane e uno stile di vita basato sulla speranza. Spesso si condividono sui social media cattive notizie e, raramente, notizie di speranza. Allora il Papa propone un gesto concreto: «provate a condividere ogni giorno una parola di speranza. Diventate seminatori di speranza nella vita dei vostri amici e di tutti quelli che vi circondano».

ESSERE SPERANZA Infine il Papa chiede di accendere una torcia di speranza che viene dalla gioia del Risorto nei giovani, soprattutto in coloro che apparentemente sembrano felici ma dentro soffrono e sono disperati. «Non lasciatevi contagiare dall’indifferenza e dall’individualismo: rimanete aperti, come canali in cui la speranza di Gesù possa scorrere e diffondersi negli ambienti dove vivete». Con questo spirito i giovani della Diocesi si troveranno in Seminario e poi in Cattedrale per alimentare la speranza che spinge tutti alla gioia del Risorto.

don Paolo Butta

Le ultime

I maturandi rompono il ghiaccio con il tema d’italiano

Oggi per i maturandi è stato un giorno importante,...

Vigevano, i musulmani festeggiano Eid al-Adha

«Per noi musulmani è la seconda festa più importante...

Cava Manara, taglio del nastro per il nuovo campo di calcio a 5

E’ stato inaugurato il 2 giugno il nuovo campo...

Mortara, finanziamento alla biblioteca Pezza

Un finanziamento di 136mila e 800 euro per portare...

Login

spot_img