Taste of Art / La magica atmosfera di Dublino

Se una persona cita Dublino, tra le prime cose che vengono in mente c’è l’iconico quartiere di Temple Bar, dove si trova il celebre pub omonimo che appare con costanza nelle storie Instagram di moltissimi influencer, ma la capitale della Repubblica d’Irlanda ha molto di più da offrire, oltre ai suoi iconici pub.

Uno dei luoghi simbolo di Dublino infatti è il Trinity College con la sua università, dove hanno studiato tra gli altri anche Oscar Wilde e Edmund Burke e che, soprattutto, è custode dell’immensa biblioteca (la Old Library) con il suo lunghissimo corridoio coperto dal sublime soffitto in legno con ai lati due imponenti piani di scaffali atti a contenere e conservare storici libri. Qui è inoltre conservato il Book of Kells, tra i più pregevoli esempi di manoscritti miniati a livello mondiale. Parlando di edifici di culto, invece, la Christ Church, la più antica chiesa della città fondata nel 1037 da Sitric, re dei vichinghi norvegesi, impressiona sia per la sua maestosa architettura esterna, in pieno stile gotico. È però la Saint Patrick Church la chiesa più celebre della città, in quanto è il simbolo della fede protestante in Irlanda e si narra che nel punto in cui fu edificata San Patrizio abbia battezzato i pagani nel 450 d.C.

La sua particolarità sta soprattutto nel fatto che al suo interno sono presenti le tombe di oltre 500 personaggi illustri irlandesi, come ad esempio Jonathan Swift, l’autore de “I Viaggi di Gulliver”. È poi impossibile non percorrere prima o poi la O’Connell Street, dove la maestosa sede della Posta, un edificio nel quale si mischiano stile neoclassico e architettura georgiana, mostra ai passanti colorati e originali giochi di luce che invogliano a proseguire la passeggiata in centro. Chi ama i paesaggi mozzafiato può anche prendere il treno e, in circa mezz’ora, raggiungere Howth, tranquillo villaggio di pescatori dove è già possibile assaporare un assaggio della bellezza delle scogliere a picco sul mare e dei panorami irlandesi.

Infine, chi oltre a berla vorrà avere maggiori informazioni sulla più famosa birra irlandese, la Guinness, potrà visitare il leggendario museo ad essa dedicato: il Guinness Storehouse che, alla fine del percorso di visita, permette di gustarne una o più dalla vista del bar posto all’ultimo piano della struttura. Quindi? Vi è venuta voglia di scoprire Dublino? Trovate la puntata dedicata a Dublino nel mio podcast, Taste of Art, disponibile su tutte le piattaforme di ascolto.

Francesco Nocito, archeologo e podcaster

Le ultime

“Sacramentine”, fuori dal mondo al servizio del mondo

C’è un cuore che batte tra le vie rumorose...

La vigevanese Sarah Toscano trionfa ad Amici 23

E’ la vigevanese Sarah Toscano la vincitrice della ventitreesima...

L’importanza di lavarsi le mani per fermare i germi

Fermare la diffusione dei germi è possibile semplicemente lavandosi...

Voto a Sartirana, corsa solitaria di Ghiselli

Una corsa in solitaria a Sartirana per l’attuale sindaco...

Login

spot_img