12.3 C
Vigevano
lunedì, Giugno 14, 2021
More
    HomeLomellinaCassolnovo, esodo di studenti

    Cassolnovo, esodo di studenti

    L’esodo dei bambini di Cassolnovo verso le scuole vigevanesi. A segnalare il problema è stato il consigliere di minoranza Matteo Andreoli nel penultimo consiglio comunale. «C’è il rischio che il prossimo anno scolastico molti bambini di Cassolnovo si spostino a Vigevano» ha detto. La decisione di molti genitori sarebbe motivata dall’assenza del servizio di pre e post scuola, sospeso per l’emergenza covid. Molti cassolesi, lavorando a Vigevano, se non possono usufruire del servizio pre e post scuola preferiscono accompagnare direttamente i figli a Vigevano, perchè gli orari collimano. La questione è stata discussa anche nell’ultimo consiglio comunale. «Molti bambini – dice Vai del gruppo di opposizione Insieme per cambiare – vanno a Vigevano perchè non c’è più il pre e post scuola. Rischiamo di avere dei buchi nelle scuole e nella gestione di vita sociale. Mi lascia perplesso e vorrei capire se si tratta di una questione solo organizzativa o anche economica». La questione è stata posta da Vai in relazione al bilanci. «Leggendo le cifre finali mi accorgo – continua – mi accorgo che ci sono 374mila euro di avanzo. Questi soldi vanno spesi in maniera giusta, magari operando delle riduzioni di tariffe oppure incrementando i servizi, dal momento che c’è anche un milione di euro di fondo cassa. Mi chiedo se ci sia già un’idea di come usare l’avanzo di amministrazione disponibile e se sarà ripristinato il servizio di pre e post scuola». Ha risposto alle sollecitazioni dell’opposizione il vice sindaco Paolo Bazzigaluppi. «Sul discorso servizi e tariffe per sgomberare il campo da incertezze – dice – va precisato che la questione pre e post scuola non è una volontà dell’amministrazione. Il problema organizzativo era dettato dall’impossibilità di garantire la possibilità di fare pre e post scuola mantenendo i bambini separati per gruppo classe, come prevede la normativa anti covid. I risultati si sono visti perchè nelle nostre scuole il contagio è stato contenuto. Il problema non è economico ma di reale impossibilità. È un servizio che, comunque, va offerto. Per settembre, se la situazione epidemiologica migliorerà, riprenderemo».

    Andrea Ballone

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764