12.3 C
Vigevano
lunedì, Agosto 8, 2022
More
    HomeLomellinaCassolnovo, il sindaco querelerà il "corvo"

    Cassolnovo, il sindaco querelerà il “corvo”

    Il sindaco di Cassolnovo ha deciso di sporgere querela contro il “corvo”, che nelle scorse settimane ha affisso in paese un manifesto di accuse nei suoi confronti.

    Nel corso dell’ultimo consiglio comunale il primo cittadino Luigi Parolo ha comunicato ai consiglieri comunali di essere intenzionato a querelare l’anonimo estensore di un manifesto, ritenuto lesivo della carica istituzionale.

    IL MANIFESTO Nel testo si accusava il sindaco Parolo di non aver tenuto fede alle promesse elettorali. L’autore si definiva ex amico ed ex elettore del sindaco stesso e lo richiamava ai suoi doveri. Parolo ha fatto riferimento nell’esporre la propria intenzione di querela anche ai molti profili fake che negli ultimi anni hanno caratterizzato la vita politica del paese, con interventi sulle pagine social dedicate al paese. A sorpresa, qualche settimana fa, proprio sugli spazi riservati ai manifesti elettorali è apparso un manifestino nel quale un fantomatico amico del sindaco lo accusava di non aver mai tenuto fede alle proprie idee e programmi esposti nel corso della campagna elettorale. Lo stesso autore rimasto fino a questo momento anonimo sosteneva che il sindaco non rispettava nell’amministrare l’interesse dei cittadini cassolesi.

    Il sindaco di Cassolnovo, Luigi Parolo

    PROVVEDIMENTI La notizia è stata ripresa anche dai social e ha destato un po’ di discussione: per questo Parolo ha deciso per tutelare anche la carica stessa del comune di Cassolnovo e di procedere a esporre querela nei confronti dell’anonimo “corvo”. Ha dato comunicazione di questa intenzione nel corso dell’ultimo consiglio comunale all’assemblea chiarendo la propria intenzione di procedere per vie legali. Spesso anche i profili fake sui social network hanno scatenato discussioni, soprattutto quando attaccano l’amministrazione comunale, con post mai espliciti, ma spesso allusivi. Da anni questa abitudine è ormai diffusa e per questo l’amministrazione comunale ha deciso di rivolgersi alla legge.

    Andrea Ballone

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764