12.3 C
Vigevano
sabato, Aprile 17, 2021
More
    HomeLomellinaMilano-Mortara, dalla Regione una lettera per il raddoppio

    Milano-Mortara, dalla Regione una lettera per il raddoppio

    Sul raddoppio, qualcosa si muove ai piani alti della Regione. Nei giorni scorsi, l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, ha scritto una lettera al ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, e all’amministratore delegato di Rfi, Vera Fiorani, per chiedere di sbloccare il progetto del raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara.

    «Il raddoppio della Milano- Mortara – dichiara l’assessore Terzi – è fondamentale per efficientare il trasporto pubblico di una vasta area della Lombardia. Il progetto di raddoppio della linea di Rfi è, però, fermo da anni, a causa di una prescrizione del Cipe del 2006 che prevede l’interramento della ferrovia, in linea con le richieste espresse a suo tempo dagli Enti locali. Se la revisione progettuale è lo strumento per sbloccare la situazione, chiediamo a Rfi e al Ministero di procedere in questo senso, sulla scorta delle delibere dei Consigli comunali di Abbiategrasso, Vigevano, Parona e Mortara. Questi Enti, infatti, hanno deliberato la disponibilità a dar corso ad una soluzione che non preveda più l’interramento dell’opera».

    Carrozza Treno Vivalto Trenord

    L’assessore Terzi, nella sua missiva, ha allegato inoltre i documenti approvati dai quattro comuni nei mesi scorsi, dai quali si evince l’apertura del territorio ad esplorare nuove soluzioni progettuali, considerata l’importanza che la linea ferroviaria riveste per l’intero ambito territoriale. «Ora che è stata confermata ufficialmente la volontà dei Comuni, non dovrebbero più sussistere ostacoli formali. Auspico che la revisione del progetto possa essere avviata nel più breve tempo possibile. Come Regione – conclude Terzi – confermiamo la disponibilità a proseguire nelle interlocuzioni col territorio per la condivisione delle soluzioni progettuali alternative che saranno proposte da Rfi. Regione ha sempre chiesto con convinzione la realizzazione del raddoppio, anche recentemente, per esempio presentando un’osservazione per chiedere a Rfi di inserire l’opera nel proprio piano commerciale».

    La lettera dell’assessore è stata accolta tiepidamente dal comitato pendolari Mimoal, non tanto sul piano dei contenuti quanto delle tempistiche: «Al gaudio per questa notizia arriva però un tremendo dubbio: perché ha aspettato cinque mesi dalla famosa riunione del 29 ottobre 2020 in cui Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi dichiarava che era necessario un input di Regione – sostengono gli attivisti – Parliamo dunque del piano commerciale 2022 perché quello del 2021 è stato presentato il primo marzo e del raddoppio non c’era traccia perché la lettera dell’assessore Terzi doveva essere inviata entro il 4 dicembre 2020».

    Af

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -spot_img

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it