12.3 C
Vigevano
lunedì, Gennaio 30, 2023
More
    HomeLomellinaMortara, si procede a passo spedito verso l'indipendenza energetica

    Mortara, si procede a passo spedito verso l’indipendenza energetica

    Indipendenza energetica come meta finale di un lavoro di durata pluriennale. E’ questa l’idea del Comune di Mortara. «Partiamo dal fatto che è attivo un project finance per l’illuminazione pubblica – esordisce Andrea Olivelli, assessore ai Lavori pubblici – che prevede la sostituzione di tutti i lampioni con nuovi a led. Un sistema importante che comporta la riduzione dei consumi di energia elettrica per l’illuminazione delle strade e piazze. Ma non sta funzionando come dovrebbe. I tempi per terminare l’operazione sono già scaduti, ma il lavoro non è stato completato». Alla società incaricata vengono applicate le sanzioni per il ritardo nel completamento delle opere.

    NUOVI BENEFICI«Ovviamente – prosegue Andrea Olivelli – non sono soddisfatto dell’operato di questa società che ha vinto l’appalto indetto dalla precedente amministrazione». Ma va oltre. «Tra i benefici dei nuovi lampioni a led – aggiunge l’assessore Andrea Olivelli – c’è la forte riduzione dei consumi che sostanzialmente significa un risparmio nelle bollette. Partendo da questo stiamo studiando di lavorare per arrivare, come meta finale, all’indipendenza energetica della città. Cioè che l’energia che serve a cittadini e attività economiche siano prodotte e utilizzate a Mortara. Parto dalla constatazione che su nessun edificio comunale ci sono impianti fotovoltaici».

    IL PROGETTO Eppure di tetti e spazi ce ne sono. «Abbiamo predisposto un progetto da 1 milione e 700 mila euro – svela Andrea Olivelli – che prevede di realizzare impianti fotovoltaici sui tetti delle scuole elementari, l’asilo e le scuole medie. E abbiamo partecipato ad un bando regionale, ma siamo praticamente certi che non otterremo fondi, visto che le risorse totali sono molto scarse. Ma importante è il progetto. Se non potremo realizzarlo adesso, continueremo a cercare finanziamenti e a valutare. Unico impianto fotovoltaico presente su edifici pubblici è al palazzetto dello sport ed è di proprietà di Tre, oggi Asm. Mentre abbiamo ottenuto 306mila euro per l’efficientamento energetico delle piscine. Un buon risultato, è un inizio. Ovviamente l’ipotesi è cercare di autoprodurre energia elettrica dal solare, che sia sui tetti comunali o di privati creando una comunità energetica con l’unico scopo di ridurre il costo delle bollette. Un risparmio che va a favore del Comune e dei privati che vorranno aderire. Ci lavoriamo e già nei primi mesi del prossimi anno si potrà essere più concreti».

    Giorgio Giuliani

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764