12.3 C
Vigevano
sabato, Aprile 17, 2021
More
    HomeCoronavirusMortara, vaccino day per oltre 500 ultraottantenni

    Mortara, vaccino day per oltre 500 ultraottantenni

    Operazione compiuta. Oltre 500 over 80 mortaresi, nello scorso settimana, sono stati vaccinati grazie all’iniziativa congiunta fra medici di famiglia, Comitato di Mortara della Croce Rossa, Comune di Mortara, Pro loco, Associazione Carabinieri, Contrada della Torre ed altri volontari ed infermieri professionali. Per una volta, la città del salame d’oca, ha lavorato per i propri residenti. Il tutto è partito da un’idea della Croce Rossa mortarese che ha convocato i rappresentanti dei medici associati (che in precedenza si erano detti sfavorevoli a somministrare la vaccinazione) e altri medici per sondare il terreno. Trovato terreno fertile è partita la ricerca della collaborazione fra tutti. Un lavoro di squadra che ha portato, in due giornate, l’intera giornata di sabato 6 marzo e la mattinata di domenica 7 a vaccinare gran parte degli over ottantenni. O meglio coloro che non si erano registrati sul sito regionale. Un dato che ha avuto il parere favorevole dell’Ats e che ha seguito, in parte, quanto si vuole mettere in campo, in diverse città. Cioè trovare un luogo conosciuto, facilmente accessibile, con vicini i parcheggi e spazi idonei per garantire il giusto distanziamento. Per Mortara, dopo una prima ipotesi di utilizzare l’ex bocciodromo della parrocchia di San Pio, l’ipotesi ultima, è stata quella della Borsa Merci che univa tutti i requisiti necessari. Perché tutto funzionasse serviva, dal punto di vista organizzativo, un’Associazione come la Croce Rossa mortarese avvezza a organizzazioni su grande scala. Il Comitato per settimane ha sempre più perfezionato i particolari, cercato volontari ed associazioni che potessero dare una mano. Come è nello stile del consiglio direttivo della CRI guidata da Umberto Fosterni che, fin dal 2016, ha sempre cercato la collaborazione col territorio. E i risultati sono ben visibili.
    “Siamo molto soddisfatti – esordisce felice Umberto Fosterni – tutti insieme, medici, associazioni, Comune, Ats siamo riusciti ad organizzare un qualcosa di molto utile. Ringrazio tutti, dai volontari a chi ha reso realizzabile che questa nostra idea diventasse realtà. Ma non vogliamo fermarci. Stiamo lavorando affinché questo weekend vaccinazioni che è stato apprezzato da tutti, possa avere anche una seconda edizione. Per noi la tutela della salute del territorio è importante”. E il Comitato lo persegue, senza fine di lucro, o fini politici, ma semplicemente per il bene della popolazione. Come vogliono i 7 principi su cui si basa l’azione della Croce Rossa Italiana.

    Giorgio Giuliani

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -spot_img

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it