12.3 C
Vigevano
domenica, Maggio 22, 2022
More
    HomeLomellinaSan Defendente ospitato nella chiesa di Sant'Eusebio a Gambolò

    San Defendente ospitato nella chiesa di Sant’Eusebio a Gambolò

    I santi lomellini saranno insieme per più di un mese, per celebrare i 350 anni di permanenza a Gambolò di San Getulio nella chiesa di Sant’Eusebio. Il primo “gemellaggio” sarà quello tra il cassolese San Defendente e il gambolese San Getulio. Il corpo di San Defendente verrà traslato ed esposto nella chiesa di Sant’Eusebio a Gambolò, in occasione della festa del patrono gambolese San Getulio, del quale quest’anno ricorrono i 350 anni dalla traslazione. I due martiri cristiani, le cui spoglie si trovano in Lomellina, saranno vicini per tutto il periodo delle feste. Le celebrazioni di San Getulio si sono già aperte il 29 marzo alle 21 con il Pontificale del vescovo di Lodi Maurizio Malvestisti alle 21 in chiesa alla presenza delle autorità e delle associazioni di volontariato, ma entreranno nel vivo a giugno, grazie anche alla collaborazione delle altre parrocchie.

    «Ho la gioia di annunciare – spiega il parroco di Cassolnovo don Cesare Silva – una notizia che darà a tutti allegria. Nelle prossime settimane la parrocchia di Gambolò celebrerà il giubileo di San Getulio, martire come il nostro San Defendente, con l’esposizione di alcuni corpi santi provenienti dalle nostre diocesi. Ci è stata chiesta l’urna con le reliquie di San Defendente e, nel ricordo del legame secolare intrecciato fin dai tempi di Pietro Francesco Zaccaria Callerio abbiamo accolto l’invito con gioia. È un onore poter vedere anche il nostro Santo, venerato nella cornice della pieve di Sant’Eusebio a Gambolò».

    In questi giorni la parrocchia ha già organizzato la traslazione del santo cassolese a Gambolò, dove rimarrà esposto. «I volontari dell’associazione Callerio – continua don Cesare – si sono offerti di curare un trasporto delle sacre reliquie degno della nostra devozione. Domenica 15 maggio, in forma privata, l’urna sarà trasportata a Gambolò mentre nello scurolo sarà esposta una reliquia insigne di San Defendente. Domenica nel pomeriggio accoglieremo con solennità e fede il ritorno del nostro Santo, che resterà poi visibile nella navata della chiesa di San Giorgio per i giorni della festa. Apriremo così le annuali feste in onore di San Defendente».

    Andrea Ballone

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764