12.3 C
Vigevano
domenica, Maggio 22, 2022
More
    HomeOsservatorioOsservatorio 13-5 / Parate della vita

    Osservatorio 13-5 / Parate della vita

    Faceva impressione vedere lunedì scorso quella grande parata in Piazza Rossa, ostentazione di potenza, di sicurezza, di voler mostrare al mondo non solo quello che si è, ma soprattutto quello che si vuole far vedere. La storia non è nuova a queste grandi parate… fin dall’impero romano gli imperatori volevano “mostrare” la loro forza e la loro potenza. La stessa Piazza Rossa ci ha abituati da sempre a queste imponenti sfilate, ereditate dall’imperialismo sovietico. Ma non solo in Russia, anche “dittature di casa nostra” hanno sempre amato ostentare forza e potenza sulle piazze.

    Ma forse in tempi andati, quando sono nate queste prime grandi manifestazioni, non c’era la televisione e soprattutto non c’erano i social, i quali, oggi riescono a “mostrare” realtà che sono “altro” di quelle grandi manifestazioni delle piazze. Ad esempio, facevano certamente da contrasto le immagini della Piazza Rossa con quelle di altri TG che magari qualche minuto dopo riportavano immagini di gente che oggi è costretta a vivere nelle metropolitane o a fuggire dalla propria terra, a causa della guerra voluta dai “potenti” o meglio da coloro che si credono “potenti” del mondo. Fanno da contrasto le due immagini, con una fondamentale differenza. Quelle della Piazza Rossa o delle tante “Piazze Rosse” del mondo sono immagini costruite, studiate nei minimi particolari, quelle di una famiglia di profughi che fugge dalla propria terra o di un bambino che piange per la fame sono immagini “vere”, che “raccontano” la crudezza di una vita fatta di sofferenze e di paura.

    Sono immagini che ci interpellano e ci provocano, non solo quelle della sofferenza o dei poveri, ma proprio quelle delle grandi sfilate, perché ci fanno capire che spesso la vita ostenta realtà non vere e vuole nascondere quelle più scomode, fatte di sofferenze e di sconfitte. Se allarghiamo un po’ lo sguardo ci rendiamo conto che non si tratta solo di parate militari, ma anche di parate della vita… quante ostentazioni, quante immagini artificiali, quante ambiguità che vogliono raccontare la storia dell’uomo, soprattutto quelle di casa nostra, delle nostre strade dei nostri cortili, delle nostre piazze. Speriamo che proprio le tante “falsità” che vorremmo etichettare come “sfilate” siano sempre smascherate da chi sa “mostrare” immagini più vere, che non sempre sono i fotografi, ma soprattutto gli eroi della storia, chi la sa interpretare nei suoi veri significati e nelle sue ipocrisie, a costo di rischiare la vita.

    Dep

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764