12.3 C
Vigevano
venerdì, Maggio 14, 2021
More
    HomeOsservatorioOsservatorio 30-04 / Riconversioni

    Osservatorio 30-04 / Riconversioni

    Si parla tanto di “Recovery Plan”, presentato nei giorni scorsi in Parlamento dal premier Draghi. Un piano integrato da condividere con il governo europeo per ottenere i fondi necessari per superare la crisi provocata dall’attuale pandemia e ripartire nel segno del rinnovamento, nella consapevolezza di una crisi che non è solo economica, ma soprattutto strutturale, sociale, organizzativa dell’intero sistema Paese.

    Ci voleva il covid per farci capire, ad esempio, che in campo di digitalizzazione siamo dopo il Terzo Mondo, che in campo scolastico siamo indietro anni luce, che in quello sanitario si sono rivelate tutte le fragilità e le magagne di un sistema fin qui osannato, ma che in realtà fa acqua da tutte le parti…

    Ma al di là di questo, il piano predisposto dal governo e inviato in Europa parla di “digitalizzazione”, di riforma della pubblica amministrazione, di “riconversione ecologica” e altri punti per ridare linfa a una economia già in crisi, ancora prima del covid.

    PP Osservatorio 30-04 Draghi Parlamento veduta Camera

    Non vogliamo, naturalmente insegnare niente a nessuno, ma crediamo che quando si prepara un piano così importante, al di là delle capacità tecniche di chi lo stende, occorre prima immaginare quale “sistema si vuole costruire”, in particolare il “sistema paese”, non solo dal punto di vista strutturale, ma soprattutto con tutti i suoi ambiti e i suoi percorsi culturali, sociali, valoriali.

    Qual è e quale dovrebbe essere il tessuto sociale in cui tutte le riforme dovrebbero portare benefici? A quale tipo di società si rivolge un “piano di recupero” come lo stiamo proponendo all’Europa?

    Tanto per fare un esempio, che è quello che ci interessa maggiormente, si parla di “riconversione ecologica”, ma questo vuol dire semplicemente cercare di abbattere le cause di inquinamento o lo sguardo può essere rivolto anche a quella “ecologia umana” di cui gli lo stesso Papa Francesco parla sempre più insistentemente?

    Un esempio ancora più chiaro…le famiglie saranno invitate a mangiare sempre più prodotti “bio” o acquistare auto elettriche oppure sarà data loro la possibilità, economicamente e culturalmente, di non avere paura nel mettere al mondo figli?

    Facilmente possiamo capire che non si tratta solo dare dei soldi, ma di creare situazioni culturali e sociali davvero capaci di “ristrutturare” lo stesso stile di vita, il modo con cui impostare la propria esistenza e le fondamenta soprattutto valoriali dello stile vita della società in cui viviamo. La paura è che se si parla solo di soldi e comunque di ristrutturazioni tecniche… prima o poi si torna come prima… con o senza pandemia.

    Dep

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -spot_img

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@diocesivigevano.it