Aspettando settembre 4 / La parola ai dirigenti scolastici

-

Proseguono gli interventi dei dirigenti scolastici in vista di settembre. Cosa si sta facendo per la ripartenza tra i banchi? Come e cosa cambierà rispetto al passato? Cosa dobbiamo aspettarci? Queste le domande poste, per vedere cosa si sta facendo nelle scuole del territorio. Dopo gli interventi di Gabriele Sonzogni, dirigente scolastico Ic “G.eG. Robecchi” di Gambolò, Pietro Chierichetti, dirigente dell’Ic di via Anna Botto a Vigevano, Giovanna Montagna, dirigente dell’Ic di viale Libertà a Vigevano, ospitiamo quello di Massimo Camola, dirigente scolastico dell’Ic di via Valletta Fogliano a Vigevano.

Il dirigente Massimo Camola
Massimo Camola

L’Istituto Comprensivo di Via Valletta Fogliano si sta attivando per adempiere al dettato normativo in materia di sicurezza degli alunni, dedicandosi alla puntuale applicazione delle indicazioni sul distanziamento ed alla possibilità di usufruire sia degli spazi esistenti che di spazi aggiuntivi per le attività didattiche.
Il Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del COVID-19 dell’Istituto, previsto dal DPCM del 26 aprile, è stato organizzato ed attivato con il compito di raccordare le misure di carattere strutturale (verifica locali, arredi, dispositivi di protezione) alle misure organizzative che andranno predisposte per consentire la frequenza in sicurezza (orari delle lezioni, di ingresso e uscita, tempi della giornata): con la consulenza ed il confronto continuo con la Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Istituto, si stanno vagliando e verificando tutte le alternative per l’utilizzo dell’esistente e per l’acquisizione di quanto necessario per una ripartenza in sicurezza, non escludendo a priori il supporto delle nuove tecnologie come strumento, ma con lo scopo prioritario del rientro in sezione ed in classe per la didattica in presenza.
È già stato avviato anche il confronto con l’Ente Locale, che ha incontrato gli Istituti Comprensivi di Vigevano (sui quali è competente) per trovare le soluzioni e utilizzare le risorse disponibili e reperibili nell’ambito dei piano operativi nazionali attualmente in fase di definizione.
Sarà necessario, inevitabilmente, contare anche sulla massima collaborazione delle Famiglie, prima agenzia formativa a dovere essere coinvolta attraverso la stipula di un nuovo Patto di Corresponsabilità, attualizzato e maggiormente impegnativo, nell’opera di educazione al rispetto delle regole: l’avvio dell’anno scolastico sarà caratterizzato da un’opera capillare di informazione sui rischi del contagio e sulle procedure che quotidianamente dovranno essere seguite per tutelare gli alunni dalla Scuola dell’Infanzia fino alla Scuola Secondaria di Primo grado. Proprio in questi giorni, sulla base delle informazioni disponibili, si sta iniziando ad elaborare i protocolli operativi per il rientro. Le stesse Famiglie dovranno essere coinvolte ed impegnate nel rispetto di ciò che, evidentemente, potrà supportare l’attività della Scuola in termini di puntualità, rispetto degli impegni e degli orari ed attenzione preventiva allo stato di salute dei bambini e dei ragazzi.
Siamo in una fase in cui aspettiamo ancora molti chiarimenti ed indicazioni sia dal Ministero dell’Istruzione che dalle Autorità competenti in materia di salute, con l’obiettivo di una ripartenza che andrà scandita e calendarizzata con estrema attenzione e precisione, nel tentativo di garantire un’offerta formativa il più possibile rispondente alle richieste, ma anche il più possibile attenta alla salvaguardia dei risultati raggiunti in termini di contenimento del contagio.

Massimo Camola
Ic di via Valletta Fogliano

Speciale elezioni Vigevano 2020 - comunali e referendum

Pubblicità

Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it

POPOLARI

Addio ad Aldo Pollini

Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

Ripartenza al rallentatore: le testimonianze

La gente esce poco. Ha paura ed è confusa. E questo stato d’animo si proietta anche sul comportamento dei consumatori, tutti i consumatori, di...