12.3 C
Vigevano
venerdì, Settembre 30, 2022
More
    HomePrimo pianoElezioni / Nessun leader verrà a Vigevano

    Elezioni / Nessun leader verrà a Vigevano

    Vigevano: una meta quasi dimenticata dalla campagna elettorale. La città ducale, con le candidature di Silvia Baldina (M5S) al Senato e di Emanuele Corsico Piccolini (PD) alla Camera, avrebbe più di un motivo per guardare con attenzione alle elezioni del 25 settembre. Tuttavia sono pochi i nomi illustri che metteranno piede a Vigevano per parlare dei programmi elettorali, anche perché il collegio in cui si inserisce la città appare blindato per il centrodestra.

    CHI VIENE Forza Italia, Fratelli D’Italia e Italia Viva sono riusciti ad organizzare degli incontri con esponenti della politica nazionale. «Lunedì prossimo alle 18 – annuncia Alessandro Rubino, capogruppo di Fi – al Rinascimento avremo il piacere di avere come ospiti Augusto Minzolini, direttore del Giornale, l’onorevole Andrea Orsini, che ricopre la carica di delegato parlamentare Nato e il senatore Alberto Barachini, presidente della commissione Vigilanza Rai. Naturalmente sarà presente il nostro candidato Alessandro Cattaneo». Anche il partito che fa capo a Giorgia Meloni ci sarà. «Questo pomeriggio – spiega Paolo Zorzoli Rossi, coordinatore cittadino di FdI – dalle 17 alle 20 in Piazza Ducale avremo la nostra candidata Paola Chiesa. Per il 22 settembre stiamo organizzando per Daniela Santanchè». Italia Viva farà arrivare in zona l’onorevole Mauro Del Barba alla Villa Necchi alla Portalupa. «Parlerà del problema dei fanghi – anticipa Barbara Verza – e visiterà le aziende metalmeccaniche di Vigevano».

    CHI MANCA

    Piazza Calzolaio d’Italia

    La Lega ha fatto scendere Matteo Salvini a Cassolnovo lo scorso sabato in occasione della festa al parco Schmid. «Adesso proseguiremo posizionando dei gazebo – spiega il segretario cittadino del partito, Andrea Sala – sabato mattina in piazza mercato e domenica in piazza Ducale». Ma di “big” neanche l’ombra in quello che è a tutti gli effetti un feudo leghista, in cui la Lega è nell’amministrazione dal 2000 ed è il partito dominante dal 2010. Sulla stessa linea anche M5S e PD, che pure hanno candidati autoctoni. «Questo fine settimana prepareremo dei gazebo», spiega Silvia Baldina, rassegnata a una corsa in solitario. «Sabato mattina saremo al mercato – rende noto Alessio Bertucci, segretario cittadino del PD – parleremo di proposte e idee con chiunque vorrà ascoltarci». Di certo non con referenti nazionali, che si tengono ben al largo dalla Lomellina. Anche Azione marcherà visita: «Domenica saremo in Piazza Ducale con il nostro gazebo – afferma Giuseppe Squillaci – avremmo voluto Matteo Renzi, ma è molto difficile». Considerando tutti i principali partiti il bilancio è impietoso: nessun leader – l’unico che si è avvicinato, Salvini, ha ritenuto di maggiore rilievo la festa di Cassolnovo – nessun esponente principale, tranne forse Santanché, tanto disinteresse. Qualcosa su cui riflettere.

    Edoardo Varese

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764