12.3 C
Vigevano
martedì, Dicembre 7, 2021
More
    spot_img
    HomePrimo pianoIl "Fondo povertà" della Fondazione comunitaria

    Il “Fondo povertà” della Fondazione comunitaria

    Non semplicemente un convegno, ma soprattutto un percorso condiviso. Questo il significato dell’iniziativa della Fondazione Comunitaria di Pavia, presentata sabato scorso nella sala degli affreschi del Collegio Borromeo, con un tema che diventa il punto finale del percorso: “Fondo di Povertà”.
    Cogliendo le esigenze che derivano dai dati della povertà nella nostra provincia, la Fondazione Comunitaria ha messo in campo questo ambizioso progetto, che coinvolge le diverse realtà del territorio nell’ambito della solidarietà e della filantropia. Una scelta “dettata”, naturalmente dalla situazione creatasi in tempo di covid, che ha purtroppo fatto emergere nuove situazione di povertà.
    Il “Fondo Povertà” per la provincia di Pavia dispone già di 200mila euro: 100mila messi a disposizione da Fondazione Cariplo (nell’ambito del programma “Contrasto alle nuove povertà”), 60mila dalle Caritas delle Diocesi di Pavia, Vigevano (Pavia) e Tortona (Alessandria), e 40mila dalla Fondazione Comunitaria. Il Fondo potrà essere incrementato con donazioni che arriveranno dal territorio.
    Appropriatamente ha sottolineato nel suo saluto iniziale il Presidente della Fondazione, Ing. Giancarlo Albini, il significato del percorso intrapreso, che si fonda sul progetto di “costruttori di comunità”, capace di coinvolgere i diversi ambiti di una comunità, dal punto di vista sociale e culturale, creando una “comunità coesa”, capace di creare a sua volta fiducia nei diversi ambiti.
    Anche la dott.ssa Anna Tripedi, direttore della Fondazione Comunitaria, ha provocato il coinvolgimento di tutti, con lo slogan, che non può certamente rimanere solo tale, “gli anticorpi della solidarietà”
    Facilmente si può capire che il progetto della Fondazione Comunitaria non è finalizzato solo a raccogliere fondi, ma soprattutto a costruire reti di solidarietà, con il contributo di tutti, naturalmente anche quello di carattere economico.
    I diversi ambiti della povertà sono stati presentati dalla dott.ssa Enrica Chiappero Martinetti, dell’Università di Pavia, la quale ha illustrato lo studio sulla “complessità e multidimensionalità della povertà”, per passare poi alla fotografia della povertà nella provincia di Pavia, in base ad uno studio della Fondazione “Romagnosi” di Pavia, illustrata dal prof. Paolo Graziano. “Nella sola città di Pavia, ha sottolineato, ci sono quattromila poveri che hanno bisogno di assistenza continua”.
    Uno studio, quello della Fondazione Romagnosi che certamente è indispensabile per individuare i canali utili dove indirizzare le risorse della solidarietà
    E’ toccato poi a chi lavora sul campo, vale a dire le diverse associazioni di carità presenti sul territorio illustrare non solo le proprie attività, ma soprattutto le testimonianze di solidarietà che emergono dalla vita reale di ogni giorno. Per le Caritas diocesane che lavorano sul territorio provinciale ha relazionato don Moreno Locatelli, direttore della Caritas di Vigevano.
    E’ toccato poi al Prof. Giovanni Fosti, Presidente della Fondazione Cariplo trarre le conclusioni, sottolineando soprattutto che “Sono 5 milioni e mezzo le persone che in Italia si trovano in condizione di ‘povertà assoluta’ e circa 3 milioni quelle non autosufficienti che temono di non avere le capacità per reggere a una situazione di improvvisa difficoltà”.
    “Il Fondo Povertà – ha ricordato il Prof. Fosti – rappresenta un’opportunità concreta di aiutare chi vive una condizione di disagio: più le soluzioni si costruiscono sul territorio, vicino a dove si manifestano i problemi, meglio è. L’importante è lavorare in una dinamica comunitaria”.
    La gestione e assegnazione delle risorse del “Fondo Povertà” verrà decisa da un comitato di gestione, del quale fanno parte il presidente Giancarlo Albini e la direttrice Anna Tripepi della Fondazione Comunitaria, un rappresentante dei piani di zona della provincia di Pavia, Ats Pavia, il Centro Servizi Volontariato Lombardia Sud, l’Osservatorio per l’inclusione sociale.

    Emilio Pastormerlo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764