Inflazione / Gli italiani non rinunciano alle vacanze

-

Nonostante l’inflazione alle stelle, con il conseguente caro bollette, gli italiani non rinunciano alle vacanze. Dopo due anni di chiusure forzate e limitazioni dovute alla pandemia, la voglia di evadere dalla quotidianità diventa sempre più forte, complice anche l’atmosfera natalizia.

A rendere ancora più favorevole questo esodo, è stato sicuramente il calendario di quest’anno che ha offerto fino a 5 giorni di ponte per i più fortunati in occasione della festa dell’Immacolata.

IL RISCONTRO A livello nazionale, secondo un’indagine di Confcommercio in collaborazione con Swg, si stima che a partire siano stati circa 11 milioni di italiani, la maggior parte dei quali ha deciso di restare entro i confini nazionali, prediligendo le mete montane con un giro d’affari stimabile intorno ai 4.4 miliardi di euro.
E a livello locale come hanno trascorso il loro ponte dell’Immacolata i lomellini? «Rispetto all’anno scorso – racconta Riccardo Mantovani, titolare dell’agenzia di viaggi Planet Shop – c’è stato un maggior numero di prenotazioni in questo periodo e rispetto all’anno passato, il che dà buoni risultati per il traffico in uscita. Un aumento che è dovuto soprattutto ai parecchi giorni di vacanza che offriva questo ponte, occasione che molti non hanno voluto farsi sfuggire». Capire di preciso quali siano state le destinazioni preferite dai viaggiatori è complesso poiché molti fanno affidamento sulle piattaforme online. «Come agenzia – aggiunge Mantovani – ci risulta più difficile fare una statistica generale delle mete scelte, chi sceglie la montagna o le città d’arte tende sempre di più ad affidarsi a piattaforme online come Booking. Solitamente le agenzie sono coinvolte soprattutto quando il viaggio dura più a lungo, la destinazione è più lontana e serve un supporto per orientarsi all’estero».

CARO PREZZI L’aumento delle prenotazioni quindi c’è stato anche a Vigevano e in Lomellina e non è stato scoraggiato dalla concomitante ascesa dei prezzi. «Anche nei viaggi i costi sono aumentati – spiegano da Planet Shop – i trasporti hanno subito il rincaro più gravoso, colpa soprattutto dell’aumento dei beni energetici, ma anche le tariffe delle strutture sono rincarate in linea con il resto».

Rossana Zorzato

Pubblicità

Per info sulla pubblicità:
Email - araldo@diocesivigevano.it
Telefono 3286736764

POPOLARI