La scuola che verrà 2/ Come si muovono i paesi europei

-

Se in Italia regna ancora l’incertezza, come si stanno preparando gli altri paesi europei? Lo stesso Cts ha inserito nel suo documento le strategie seguite da alcuni stati del Vecchio Continente. In Germania è stato fissato un tetto massimo di 15 studenti in aula, riprogrammando orari delle lezioni e delle pause e mantenendo una separazione di almeno 1.5 metri, oltre che l’obbligo delle mascherine per tutti. In Francia il distanziamento fisico dovrà essere di 1 metro, con circa 4 metri quadri per allievo, e le mascherine di comunità – meno efficaci delle chirurgiche – per il personale, ma non per gli studenti se non in caso di distanze ridotte, diversamente in Spagna ci si limita a indicare un distacco di 2 metri e l’uso dei Dispositivi di protezione individuali quando questo non è possibile.

ITALIA ALL’OLANDESE? Il Belgio è tra i più prudenti, massimo 10 studenti, 4 metri quadri per ciascuno e 8 per l’insegnante, movimenti limitati all’interno della scuola, tutti indosseranno le mascherine a partire dal sesto anno di elementari. Agli antipodi il Regno Unito: classi divise a metà, ma non si consiglia l’uso di coperture facciali nei contesti educativi, così come in Svizzera. Particolare il modello dei Paesi Bassi, che prevede una suddivisione delle discipline nei giorni, limitando gli spostamenti interni, e stabilisce un 50% delle lezioni in presenza e un 50% a distanza, con 1.5 metri di distacco; le mascherine non saranno necessarie nella primaria. Considerando le criticità emerse nel contesto scolastico del Belpaese, Italia e Olanda per una volta potrebbero ritrovarsi sulla stessa lunghezza d’onda.

Gds

Speciale elezioni Vigevano 2020 - comunali e referendum

Pubblicità

Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it

POPOLARI

Addio ad Aldo Pollini

Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

Ripartenza al rallentatore: le testimonianze

La gente esce poco. Ha paura ed è confusa. E questo stato d’animo si proietta anche sul comportamento dei consumatori, tutti i consumatori, di...