La scuola che verrà 7/ I numeri della formazione in Lombardia

-

La “rivoluzione” di settembre in Lombardia riguarderà 1333 scuole dell’infanzia, 2183 primarie, 1096 secondarie di primo grado e 655 di secondo grado. In tutto 5267 sedi per 1120 istituti presenti a livello regionale, il 12.9% e il 13.8% di quelli italiani, a cui occorre aggiungere 2528 scuole paritarie con i loro 231758 iscritti censiti nell’anno scolastico 2018-2019. Il Ministero dell’istruzione precisa che in Lombardia si concentrano 1.18 milioni di studenti a fronte di 7.60 presenti in tutto lo Stivale, il 15.6% del totale, di cui 108877 nell’infanzia, 422037 nella primaia, 268116 alle medie e 384463 alle superiori. Tra questi 43261 sono disabili, su un totale di 259757 nella penisola (il 16.7%), e possono contare su 20367 posti di sostegno, il 13.5% dei 150609 su scala nazionale. Le cattedre su osto comune invece sono 102807, il 15.0% delle 684880 statali. I numeri danno la dimensione della sfida che dovrà affrontare al Regione più colpita dall’epidemia di Sars-CoV-2 al momento del rientro in classe.

NON HO L’ETA’ Senza contare che l’età media degli insegnanti italiani è piuttosto alta. Nella secondaria di secondo grado appena l’1.8% dei prof ha meno di 35 anni, 4520 docenti a fronte dei 116682 che ne hanno più di 54 (il 47.5%), una situazione che migliora di poco considerando gli altri gradi d’istruzione. Nella vecchia materna il 3.6% rientra nella prima fascia (3120), il 38.0% nell’ultima (33349), alle elementari il 4.4% (10746) e il 35.2% (86820), nella secondaria di primo grado il 2.8% (4461) e il 40.8% (64231). In pratica un’ampia fetta del corpo docente potrebbe rientrare tra i soggetti a rischio di sviluppare una forma severa di Covid-19, elemento che ha determinato una prima conseguenza nella difficoltà che gli Uffici scolastici stanno incontrando nel trovare i presidenti per le commissioni dell’Esame di stato e che potrebbe determinare una contrazione del personale in servizio nell’eventualità in cui dovesse presentarsi una seconda ondata di contagi, anche se è probabile che in questo caso i cancelli delle scuole tornerebbero a chiudersi per tutti.

Gds

- Advertisement -

Pubblicità

Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it

POPOLARI

Addio ad Aldo Pollini

Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

Coronavirus, al Beato Matteo calano i ricoveri

«La mia impressione è che probabilmente abbiamo raggiunto il picco di contagi». Pietro Gallotti, direttore generale dell’Istituto Clinico Beato Matteo, avanza questa ipotesi perché...