Mondo CSI – Amatori Cassolnovo: «Ripartiamo con nuovi propositi»

Non esistono sfide impossibili da affrontare e ogni traguardo è un nuovo punto di partenza. Il girone d’andata è ormai alle battute finali, presto sarà tempo di allestire gli addobbi e prepararsi alla sosta natalizia. Se alcune compagini possono ritenersi soddisfatte del proprio percorso effettuato finora, altre hanno invece più di un motivo per recriminare. Tra quest’ultime rientra il Cassolnovo, che al momento si trova nei bassifondi della classifica del girone C con appena 7 punti ottenuti. «Abbiamo molti aspetti sui quali fare mea culpa – spiega il presidente Alberto Frascarolo – in primis ammettere di aver disputato un avvio di stagione molto al di sotto delle nostre aspettative.

In secondo luogo per demeriti nostri abbiamo raccolto molti meno punti di quelli che avremmo meritato

Tatticamente e agonisticamente ce la siamo giocata con tutti, purtroppo siamo stati fin troppo carenti a livello offensivo. Nonostante la squadra riesca a creare molte occasioni da gol, ci è mancata per troppo tempo la giusta dose di cattiveria sotto porta». La filosofia che sembra contraddistinguere il Cassolnovo dalle altre formazioni consiste nello scendere in campo con l’obiettivo di primeggiare dal punto di vista del possesso della sfera, chiaro riferimento seppur con le dovute modifiche, al calcio praticato dalle squadre di Maurizio Sarri. «La cosa fondamentale è che il gruppo sia unito, dentro e fuori dal campo – prosegue Frascarolo – ovviamente traspare nervosismo a seguito di una sconfitta, ma questo rappresenta un punto in più per riflettere sugli errori commessi in partita e lavorare per continuare a migliorare di giorno in giorno.

Ragazzi di ogni fascia di età accomunati da una sfrenata ed illimitata passione per questo sport: è questo lo scopo principale dei tornei amatoriali e in questo senso posso affermare che la nostra società deve essere considerata come un esempio da seguire

Anno nuovo, nuovi propositi: adesso cerchiamo di concludere al meglio le gare d’andata per poi ripartire con lo spirito giusto».

Edoardo Varese

Le ultime

Gambolò, cultura e colore con le panchine dipinte

Si chiamano panchine culturali e le prime sono state...

Pianzoline: «Tutto per Gesù»

Da cinquant’anni una Comunità pianzolina sosta in preghiera nella...

Letti e piaciuti / “Tre ciotole” di Michela Murgia

Il momento più oscuro della crisi, quello che sembra...

Osservatorio 23-02 / Due anni “con Caino”

Se si era disposti al sacrificio per Kiev, sembra...

Login

spot_img
araldo
araldo
L'Araldo Lomellino da 120 anni racconta la Diocesi di Vigevano e la Lomellina, attraversando la storia di questo territorio al fianco delle persone che lo vivono.