Tosi pronta a conquistare l’Europeo

Fare di una passione una componente della propria vita. Sacrifici, rinunce sono necessari se si vuole arrivare lontano. Veronica Tosi, pugile vigevanese lo sa benissimo e il 21 giugno affronterà la ventiquattrenne polacca Angelina Krysztorforska per il titolo europeo. Un altro tassello che potrebbe aggiungere alla propria carriera, fino a questo ricca di soddisfazioni. Campionessa italiana dei pesi gallo, è infatti stata nominata dall’Enbu, ente europeo della boxe, come cosfidante al titolo vacante dei pesi gallo.

IL MATCH «Molto probabilmente l’incontro avrà luogo o al Palabonomi o al PalaElachem – spiega la stessa Tosi – ma sarà il Comune a decidere. Per me è un sogno disputare una sfida di questa importanza, al momento non ho ancora realizzato il tutto». Mancano ancora più di tre mesi al duello tra Tosi e Krysztorforska, con la pugile ducale che avrà modo di pensare alla strada che ha percorso fino a questo momento. Non più tardi dello scorso dicembre, infatti, era diventata campionessa italiana nella categoria Pesi Gallo. Il match finale si era tenuto a Roma e aveva visto Tosi prevalere su Annalisa Brozzi.

Il titolo italiano è stato un grande risultato per me, che ho inseguito a lungo. Mi ero impegnata parecchio per arrivare preparata a quell’incontro, avevo sfoderato gran parte delle mie energie. La mia voglia di arrivare lontana e di guardare avanti non si è mai fermata e mi ha aiutata davvero tanto. Di questo non posso che sentirmi soddisfatta.

PERCORSO Tosi non può fare a meno di ringraziare tutte le figure che l’hanno sostenuta e accompagnata durante questo percorso. «Il mio maestro Giuseppe Genna è stato un gran punto di riferimento per me. Da lui ho imparato molto su questo sport e su cosa significa essere una pugile». Una passione, quella per la boxe, iniziata da «quando avevo 19 anni. Avevo cominciato a tarda età, più per semplice curiosità. Da quel momento in poi, però, è stato amore a prima vista e non mi sono più
staccata da questo sport. Ho sentito sempre di più il bisogno e la necessità di combattere». Da 19 a 35 anni, Veronica Tosi di strada ne ha percorsa parecchia.

SODDISFAZIONE E sarebbe la prima volta che Vigevano, venendo all’immediato futuro, ospiterebbe un match per un titolo europeo: «Ho ricevuto i complimenti da parte di Gemma, del mio team, della mia famiglia e del mio fidanzato. Intendo comunque percorrere un passo alla volta». Un appuntamento di grande importanza, sia per la pugile, sia per la città ducale.

LAVORO In questi mesi Veronica Tosi si allenerà e lavorerà sodo per farsi trovare al meglio della proprie condizioni all’appuntamento continentale in programma a giugno. Tosi e Genna hanno già iniziato a studiare la loro prossima avversaria. Intanto, un consiglio rivolto alle nuove generazioni ma soprattutto a chiunque abbia intenzione di avventurarsi all’interno di una disciplina sportiva: «Il pugilato è stato definito come un’arte nobile e mi trovo perfettamente d’accordo con questa affermazione. Fare sport significa mettersi sempre in costante discussione, significa essere soggetti a regole e disciplina. Significa Dare tutto quello che si ha, lottare per inseguire i propri sogni. Ho uno staff di persone qualificate, che mi seguono ogni giorno, ogni allenamento e che mi aiutano sempre quando ne ho bisogno. E’ anche questo il bello di fare sport».

Edoardo Varese

Le ultime

Parona, rinasce la piazza antistante San Siro

Adesso Parona ha una nuova piazza che è stata...

Gravellona, richiesto l’aiuto del Comune per sterilizzare una colonia felina

«Il comune intervenga per consentire la sterilizzazione di una...

Vigevano, a Palazzo Merula la scuola di Mastronardi

Con “La scuola di un tempo” il Lions club...

A lezione per riconoscere l’ictus

Riconoscere i sintomi dell’ictus per salvare vite. Questo lo...

Login

spot_img