Mede, arriva l’album delle figurine del palio

Arriva l’album delle figurine del Palio di Mede. Un’idea del centro cuturale Amisani, che il Comune ha deciso di appoggiare in collaborazione con la tipolitografia Idea Sportivi, che si occuperà delle stampe. L’album verrà distribuito gratuitamente ai ragazzi delle scuole cittadine nella mattinata di oggi, venerdì, e sarà disponibile, sempre gratis, in serata alle 21 alla presentazione in sala Pertini, fino ad esaurimento. Se si faranno delle ristampe andranno vendute a 4 euro l’una. Sempre da venerdì saranno disponibili, nelle due edicole cittadine, le figurine. I pacchetti, che avranno un prezzo di 80 centesimi l’uno, contengono cinque figurine più una che è per tutta la miniatura della copertina.

«La selezione delle fotografie – spiega la vicesindaco Michela Greggio – è merito della presidente del centro Amisani, Francesca Baldi, che ha tenuto i contatti con Idea Sportivi e inviato tutto il materiale, svolgendo un gran lavoro. Il Comune e il circolo Amisani non avranno guadagni, a meno che non vengano devoluti dai venditori, ma nemmeno costi; così facendo portiamo avanti il nostro obiettivo, parlare di Palio più volte durante l’anno, e manteniamo attiva la nostra tradizione storico-contadina. Inoltre, il prossimo sarà il quarantesimo Palio d’lä Ciaramèla, e abbiamo bisogno di tutte le forze possibili, nostre e dei 10 rioni, per far vivere un’edizione degna di questo particolare evento».

Sarà divertente ritrovarsi raffigurati nelle edizioni passate, o scoprire figuranti che non ricordavamo presenti. Un modo diverso per tenere alto il nome del Palio di Mede.

RICORDANDO MASINARI Allo scopo di salvaguardare e mettere in evidenza la memoria storica della Comunità medese, il centro culturale Giuseppe Amisani, appoggiando l’idea del presidente Giuseppe Masinari, nel 1980 ha istituito il Palio di Mede che mira ad interpretare la vera cultura e recuperare la tradizione. Da allora, la seconda domenica di settembre, a Mede, va in scena il Palio d’la Ciaramela, manifestazione ricca di storia e di folclore che fa rivivere i colori e le tradizioni della civiltà contadina attraverso una sfilata dei dieci rioni in cotumi di fine ‘800 e inizio ‘900, e col gioco della lippa al campo sportivo. Fondamentale, la settimana prima dell’evento, il Palio dei fanciulli che decide gli abbinamenti, mentre fanno da contorno la caccia al tesoro, gli angoli caratteristici dei rioni e il concorso vetrine.

Davide Zardo

Le ultime

Garlasco, coppie di sposi e fidanzati festeggiano san Valentino con la diocesi di Vigevano

Una tradizione da diversi anni fissa l’appuntamento nel sabato...

Conforto, cuore e anima per la pallamano

E’ l’anima e l’allenatore della pallamano Vigevano e ha...

Viaggio ad Assisi, l’esperienza sulle orme di Francesco

Un gruppo di famiglie della diocesi di Vigevano ha...

Viaggio in parrocchia / San Giorgio, una lunga storia ufficializzata nel 1772

La chiesa parrocchiale di San Giorgio è dedicata all’omonimo...

Login

spot_img