Riaperta dopo 11 anni la linea ferroviaria Mortara-Candia-Casale

La parola d’ordine è una e una sola: soddisfazione. Dopo 11 anni, è ripartita la linea ferroviaria Mortara-Candia-Casale. La tratta è stata inaugurata nella mattinata di lunedì 11 settembre, precisamente nelle prime ore del mattino, con il convoglio partito da Mortara alle 5.37, arrivato a Candia alle 5.41 e a Casale Monferrato alle 6.05.

Il sindaco di Mortara Ettore Gerosa

«La riapertura della linea rappresenta un momento importante per Mortara – afferma il sindaco Ettore Gerosa, per la Lomellina e naturalmente anche per Candia e Casale. Erano anni che noi mortaresi non vedevamo più i treni partire dallo storico binario tronco 1A diretti a Casale. Una parte del merito va data anche a Marco Facchinotti, il mio predecessore, che ha lavorato insieme a Stefano Tonetti, sindaco di Candia, per far sì che si arrivasse a questo risultato». Un percorso che dura 28 minuti, attivo 5 giorni la settimana: dal lunedì al venerdì, per un totale di 7 corse giornaliere. Un servizio di fatto indirizzato principalmente a lavoratori e studenti, che avranno modo di «recarsi a Milano con più facilità e velocità – prosegue Gerosa – è stata soddisfatta un’esigenza dei nostri pendolari».

Sono trascorsi 11 anni ma alla fine, la meta è stata raggiunta. Con la corsa delle 10.20, il sindaco di Candia Tonetti si era recato a Mortara per salutare proprio Gerosa. L’auspicio è che la linea possa essere utilizzata da un buon numero di pendolari. In modo tale da ripagare gli sforzi che sono stati messi in atto nel corso di questo decennio. La soddisfazione arriva anche da Milano. «Un obiettivo importante – ha affermato l’assessore regionale ai Trasporti e Mobilità sostenibile, Franco Lucente – particolarmente atteso dal territorio, fondamentale per collegare in maniera efficace la Lombardia e il Piemonte. Decisiva, in tal senso, la collaborazione tra le due regioni e RFI per ottenere un risultato strategico».

«Un potenziamento infrastrutturale e di servizio del quale beneficerà la mobilità dei pendolari, con trasferimenti più veloci sino a Milano. Un percorso di rinnovamento che coinvolge numerose tratte e vede Regione Lombardia impegnata in prima linea. Entro la fine di settembre tutte le corse sulle linee Milano-Lodi-Piacenza e Milano-Pavia-Stradella saranno effettuate con treni nuovi, efficienti e moderni». Attualmente sono 121 i nuovi convogli in circolazione nel servizio ferroviario lombardo, nell’ambito del piano di rinnovo della flotta di Trenord avviato da Regione Lombardia.

Edoardo Varese

Le ultime

Dameno pronta per Parigi 

Vedere nello sport una vera opportunità per acquisire maggiore...

Una lapide per mons. Capettini

Nella ricorrenza del 66° anniversario della morte di mons....

Riso Tea: gli ecologisti spiegano la loro contrarietà

Poca partecipazione alla manifestazione promossa a Mezzana Bigli lo...

Lutto nel mondo della marcia: addio a Pastorini, maestro di campioni

Lutto nel mondo dell’atletica italiana e lomellina: nella serata...

Login

spot_img