Tromello, sindaco uscente in forse

Anche a Tromello si respira già aria di elezioni amministrative. Nel comune di 3658 abitanti le opposizioni “affilano i coltelli”. I problemi che emergono sono soprattutto inerenti al decoro urbano e all’attenzione in particolare ai giovani. L’unico a non essere «sul piede di guerra» è Antonio Pavia (già candidato sindaco nel 2019 con la lista “Progetto Tromello”) che si tira fuori:

Non mi candiderò questa volta e non sosterrò nemmeno nessuno dei prossimi candidati. I miei amici di lista saranno ovviamente liberi di sostenere chi vogliono.

QUESTIONE GIOVANI Sulla questione dei giovani e dell’attenzione a loro interviene Mattia Prisco (che sarà il più giovane candidato nella lista a sostegno di Antonio Castoldi). «Crediamo che il sindaco – sottolinea – debba tentare di ricomporre le fratture con il parroco, per fare in modo che l’oratorio torni a essere il luogo centrale di ritrovo per i giovani». Il sindaco Gianmarco Negri non è di questo avviso e aggiunge: «Oltre all’oratorio, che resta uno spazio importante per il paese, stiamo lavorando a uno spazio di condivisione culturale per permettere a tutti di ritrovarsi». Prisco invece non è d’accordo. «Non abbiamo alcun documento – spiega – che attesti la diminuzione di cattolici in paese. Anche per questo ci sembra importante mantenere l’equilibrio che c’è in paese, che vede l’oratorio come il fulcro centrale nei luoghi di ritrovo per i giovani tromellesi ed eventualmente uno spazio di ritrovo serale». Un altro dei problemi rilevati in paese è quello legato alla raccolta differenziata e allo smaltimento dei rifiuti.

RACCOLTA RIFIUTI Prisco, su questo, rincara la dose: «Sull’isola ecologica sono stati posti dei paletti che riteniamo inutili. Questa questione è molto sentita dalla cittadinanza, anche perché sono all’ordine del giorno casi di smaltimenti abusivi di rifiuti nelle campagne attorno al paese». La risposta di Negri, che comunque non scioglie ancora il nodo della sua possibile ricandidatura, non si fa attendere: «Non sono bravo a farmi i complimenti. Abbiamo fatto alcune cose e i punti del programma sono stati coperti tutti. L’unica ammissione è quella di non aver realizzato la copertura della piscina che abbiamo tralasciato per dare spazio a progetti più a lungo termine». Il primo cittadino di Tromello inoltre aggiunge che

dopo cinque anni di mandato possiamo dire di aver “messo a terra” tutta una serie di progetti a lungo termine, preferendoli alla manutenzione ordinaria, che invece è quella che fa guadagnare più voti.

PRIMARIE Nel dibattito si inserisce anche Giuseppe Rosasco di Fratelli d’Italia che dichiara: «Il nostro circolo è molto attivo sul territorio e quello che ci verrebbe facile fare è presentare una lista monocolore. Non è quello che vogliamo; il centro-destra vince unito e la priorità deve essere battere l’astensionismo e la disaffezioni alla politica». Rosasco aggiunge di essere disponibile come candidato sindaco ma di essere disposto a un “passo di lato” nel caso in cui dovessero uscire altre personalità. Fdi si dice disposto ad ospitare delle “primarie” per definire il candidato o la candidata.

SCUOLE, SCONTRO Uno scontro importante si consuma sulle scuole, da una parte Rosasco dichiara che «uno dei problemi è stata la perdita, nelle scuole di Tromello, di tanti ragazzi dei paesi confinanti», dall’altra sulle scuole e sullo spopolamento risponde il sindaco: «Uno dei bandi Pnrr è quello sull’asilo che è stato criticato ma che io credo essere importante per innescate una catena di servizi che come paese possiamo offrire per evitare di diventare un dormitorio e restare un paese attrattivo anche e soprattutto per le giovani coppie».

Edoardo Casati

Le ultime

Garlasco, coppie di sposi e fidanzati festeggiano san Valentino con la diocesi di Vigevano

Una tradizione da diversi anni fissa l’appuntamento nel sabato...

Conforto, cuore e anima per la pallamano

E’ l’anima e l’allenatore della pallamano Vigevano e ha...

Viaggio ad Assisi, l’esperienza sulle orme di Francesco

Un gruppo di famiglie della diocesi di Vigevano ha...

Viaggio in parrocchia / San Giorgio, una lunga storia ufficializzata nel 1772

La chiesa parrocchiale di San Giorgio è dedicata all’omonimo...

Login

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui