Il significato di essere scout

Grande festa per celebrare il mezzo secolo di vita del Gruppo Scout Agesci Vigevano 1. Grande festa ma anche grandi eventi, tutti apprezzati e che hanno e stanno ancora coinvolgendo la città. Forse anche perché uno degli obiettivi degli eventi è proprio quello di far capire al maggior numero di persone possibile, che cosa significa ‘essere scout’. E per farlo, il gruppo, il cui responsabile è Fabio Ditrani, domenica scorsa in occasione della Giornata del Pensiero di Lord Robert Baden Powell, fondatore dello scautismo, ha organizzato una caccia al tesoro che si è svolta lungo le vie del centro storico vigevanese. Dopo il ritrovo in Castello, tutti quanti si sono trasferiti in Duomo dove don Antonio Mercuri, assistente spirituale del gruppo ha celebrato la Santa Messa. All’Auditorium San Dionigi alle ore 15 si è svolta la conferenza nel corso della quale si è potuto ripercorrere la storia, le tappe del Gruppo Scout.

«In quella occasione – ci dice Fabio Ditrani – sono intervenuti Massimo Mapelli, responsabile regionale Agesci Lombardia, Marisa Messa ed Emilio Gallino, capi storici del nostro gruppo. E’ stato un momento davvero significativo per tutti noi e non solo, anche per coloro che non appartengono al nostro gruppo ma che si sono interessati ai contenuti della conferenza». Lo scautismo insegna ai ragazzi, attraverso i preziosi strumenti della fantasia, del gioco, dell’avventura, della vita all’aria aperta, del servizio, a socializzare, non solo a stare assieme e a trovare la fede in Dio dentro di sé, nel proprio cuore: in questo mondo anima e corpo possono entrare in contatto con il Creato.

«Si apprendono le attività manuali, l’essenzialità, stando a stretto contatto con la natura. Lo scorso fine settimana abbiamo avuto modo di parlare diffusamente della nascita del nostro gruppo e dell’attualità della Promessa Scout» ha detto Ditrani. Il Gruppo Scout Agesci Vigevano 1 ha sede presso l’istituto Negrone, ha ben 150 iscritti dai piccoli “lupetti” agli adulti che prestano servizio in qualità di educatori. Il percorso di crescita proposto dallo scautismo prevede tre momenti in base all’età: dagli 8 ai 12 anni si diventa lupetti, dai 12 ai 16 anni esploratori/guide, dai 17 ai 21 anni rover/scolte, intorno ai 21 anni, viene data la possibilità di scegliere se diventare capi, ossia, educatori dentro l’associazione. Se la volontà del soggetto è quella, è previsto un ulteriore percorso formativo. «Formare dei buoni cittadini è la nostra precipua missione – prosegue Ditrani – cittadini che si mettano al servizio del prossimo, in ogni momento».

Sono molte le iniziative programmate per celebrare “I nostri primi 50 anni”. Fino a domenica 19 marzo lungo la Strada Sotterranea del Castello Sforzesco è allestita una Mostra Fotografica (e non solo), che raffigurerà per l’appunto “I nostri primi 50 anni” di vita del Gruppo Scout Agesci Vigevano 1 (orari: da lunedì a venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 19). La mostra è stata realizzata con il patrocinio del comune di Vigevano. Coloro che l’hanno visitata e la visiteranno hanno anche potuto ammirare i gadget del 50°: passante per cintura, tazza in due colori, spilletta, calendari 2023, borsa di tela, maglia bianca o blu, tutti con il logo appositamente creato per l’occasione. Non solo: l’11 giugno si svolgerà una grande festa al Negrone. Si tratta di un momento molto atteso «una bella rimpatriata della grande famiglia degli scout per chiudere l’anno in bellezza» dice Ditrani. E’ anche possibile iniziare a prenotarsi per la Maratenda che inizierà sabato 22 aprile: cinquanta notti disponibili per pernottare in una jamboree, la classica tenda scout. L’ultimo evento, in programma dopo l’estate, sarà una grande caccia al Tesoro in bicicletta tra i Luoghi del Cuore dello scautismo vigevanese.

Isabella Giardini

Le ultime

Csi Pavia, crollano i Legionari contro l’A-Team Gifra

Sorprese a non finire nella penultima giornata della...

Mortara, documenti e risate al Civico 17

Documenti storici e delitti: sarà una settimana ricca di...

Tacchini, entra in classe il prof di calcio

Dalla panchina del Carpi alla promozione del calcio in...

Cava Manara, Mellera sfida Montagna

Stefania Mellera sfida Silvia Montagna nelle elezioni amministrative di...

Login

spot_img