“Oggi scelgo la gioia”, il ciclo di appuntamenti dedicati al benessere del paziente

Promuovere la qualità di vita delle persone, donne e uomini, con una malattia oncologica in corso di trattamento, alleggerendo gli effetti collaterali delle terapie e favorendo il rilassamento di mente e corpo alla vigilia della cura. “Oggi scelgo la gioia” è il primo incontro di un ciclo di appuntamenti dedicati al benessere estetico che diventa un importante sostegno, clinicamente testato, alla patologia.

L’appuntamento è per sabato 23 settembre a Vigevano, nell’auditorium San Dionigi dalle 17. Chiunque può partecipare (l’ingresso è libero) per scoprire l’importanza dei tecnici OTI (Oncology training international) durante il percorso di terapie oncologiche sistemiche.

Si tratta di figure esperte in terapie estetiche formate con corsi approfonditi e in grado di affiancare il malato nei momenti precedenti o successivi la terapia. Diversi saranno gli interventi attraverso i quali si potrà capire perché “Oggi scelgo la gioia” può non rimanere solo un bel proposito. A cominciare da Luigi Grechi, presidente di Confartigianato Lomellina e da Iolanda Alfonsi, vicepresidente di Confartigianato Lomellina e presidente del Movimento Donne Impresa, che hanno fortemente voluto e sostenuto questo momento di confronto pubblico. Accanto a loro, Angela Noviello (direttore in Italia e coordinatrice in Europa di OTI Oncology Training international Oncology Esthetics), Simonetta Marchetti (presidente dell’associazione T-Clar – Esteticamente benessere) e Antonietta Tasselli, titolare del centro benessere Coccole & Magie – Tecnica OTI di Castello d’Agogna. Le conclusioni saranno affidate a Giorgio Rubino, presidente dell’associazione Medici di Famiglia della Lomellina, a Edoardo Garassino, dirigente medico presso l’unità operativa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva presso l’istituto clinico Città Studi di Milano e a Marco Danova, dirigente medico responsabile della struttura complessa di Medicina interna presso l’ospedale civile di Vigevano.

Il cancro, il “brutto male” per il quale si batte ogni giorno un’incessante ricerca medica, non costringe solo alla terapia in sé. Lascia strascichi di ogni genere anche dal punto di vista fisico e nel proprio aspetto esteriore. T-Clar promuove il benessere e la qualità di vita delle persone con una malattia oncologica in corso di trattamento: i trattamenti giovano al corpo appena prima della terapia. L’attività di un operatore certificato “OTI Oncology Esthetics” può essere quindi complementare alle terapie convenzionali. Un metodo attualmente presente in diverse realtà ospedaliere su tutto il territorio nazionale, che verrà approfondito e illustrato durante il convegno vigevanese. Si potranno pure conoscere meglio i corsi avanzati di specializzazione organizzati da OTI rivolti a estetiste specializzate, professionisti del settore estetico e infermieri: oltre a un approccio teorico in merito agli aspetti scientifici e terapeutici legati alle malattie neoplastiche, gli allievi hanno la possibilità di frequentare un tirocinio pratico per l’applicazione del metodo per l’esecuzione dei trattamenti estetici complementari.

Il convegno è organizzato in collaborazione con Associazione T-Clar, Esteticamente Benessere Aps con l’importante contributo della Fondazione Piacenza e Vigevano. Fondamentale il sostegno dell’ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri della Provincia di Pavia, che certifica la serietà dell’approccio estetico. L’appuntamento è aperto anche ai clinici interessati ad approfondire le abilità e i vantaggi offerti dall’opera dei tecnici Oti durante il percorso di terapie oncologiche sistemiche.

Ra

Le ultime

I maturandi rompono il ghiaccio con il tema d’italiano

Oggi per i maturandi è stato un giorno importante,...

Vigevano, i musulmani festeggiano Eid al-Adha

«Per noi musulmani è la seconda festa più importante...

Cava Manara, taglio del nastro per il nuovo campo di calcio a 5

E’ stato inaugurato il 2 giugno il nuovo campo...

Mortara, finanziamento alla biblioteca Pezza

Un finanziamento di 136mila e 800 euro per portare...

Login

spot_img