Robecchi allagata, sgombrata un’ala della scuola

E’ una storia vecchia. Va avanti da anni. Quando piove, alla scuola media Robecchi è allarme rosso. Piove nelle aule, le classi vengono spostate e, a volte, ma non sempre, ritornano nei vecchi spazi quando torna a risplendere il sole. In via Libertà si sta aspettando con trepidazione fine maggio, quando dovrebbero iniziare i lavori per il rifacimento completo del tetto. Ormai su quanto si è speso per risolvere l’annoso problema dell’acqua che invade le aule si è perso il conto.

Allagata anche la sala professori

Il Comune di Vigevano è anche in causa con l’ultima azienda che ci ha messo mano e, dopo poco tempo (o meglio al primo piovasco) tutto era come prima. Nei giorni scorsi, in particolare mercoledì, la situazione si è presentata più problematica del solito. La decisione, dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco, si è presentata a dir poco drammatica. Un’intera ala della scuola media è stata sgombrata dagli stessi pompieri, con gli studenti che, insieme agli insegnanti, sono stati destinati ad altri spazi. A questo punto, è d’obbligo incrociare le dita, sperando nel bel tempo, ma le previsioni per il fine settimana sono tutt’altro che rosee. La dirigente della scuola, Giovanna Montagna, sono anni che bussa alle porte del Comune per trovare una soluzione. Non si contano ormai più i sopralluoghi da parte di tecnici vari. Qualcuno mercoledì mattina, scherzando, ma fino ad un certo punto sosteneva:

I vigili del fuoco dovrebbero sgombrare tutto, così si arriverebbe finalmente ad una soluzione.

La scuola di viale Libertà non è nuova a problemi di inagibilità: una ventina di anni fa è stata addirittura puntellata perché si era creta una crepa in una trave portante mettendo a rischio la stabilità della struttura. In seguito si è poi provveduto ad interventi di consolidamento con “iniezioni” di cemento armato per garantire la sicurezza nelle parti critiche. Possibile, si chiedono in molti, che nessuno, in tutti questi anni, sia riuscito a trovare una soluzione definitiva all’infiltrazione dell’acqua piovana che, subito dopo essere precipitata dal cielo, s’insinua in ogni intercapedine del sottotetto e allaga i vari spazi della struttura. E dire che la scuola di via Libertà è una scuola moderna e particolarmente bella, con moltissimi spazi di utilizzo per svariate attività: aula di arte, di musica, di tecnica, di robotica e tante altre particolari. Senza contare il fatto di avere a disposizione una bellissima palestra e un eccellente auditorium, dove fortunatamente non piove dentro. Sarebbe davvero una beffa estrema se, per l’ennesima volta, nel prossimo anno scolastico, il problema della pioggia nelle aule non sia definitamente risolto. C’è ovviamente chi incrocia le dita. Come dargli torto.

Le ultime

I maturandi rompono il ghiaccio con il tema d’italiano

Oggi per i maturandi è stato un giorno importante,...

Vigevano, i musulmani festeggiano Eid al-Adha

«Per noi musulmani è la seconda festa più importante...

Cava Manara, taglio del nastro per il nuovo campo di calcio a 5

E’ stato inaugurato il 2 giugno il nuovo campo...

Mortara, finanziamento alla biblioteca Pezza

Un finanziamento di 136mila e 800 euro per portare...

Login

spot_img