12.3 C
Vigevano
lunedì, Agosto 8, 2022
More
    HomeVigevanoCagnoni, riapertura per il Beato Matteo

    Cagnoni, riapertura per il Beato Matteo

    Si sono di fatto conclusi i lavori di consolidamento alla volta del Teatro Cagnoni. Il Comune di Vigevano aveva presentato domanda nel mese di gennaio per ottenere un finanziamento regionale, di un milione di euro, necessario ad ultimare gli interventi di consolidamento dello storico teatro cittadino, che nel 2023 spegnerà 150 candeline.

    «Gli interventi in questione – spiega Andrea Sala, assessore con delega alla cultura – erano iniziati a novembre e ora sono stati portati a termine. A breve, non appena avremo in mano tutti gli elementi necessari, comunicheremo che riapriremo il teatro per un tot di mesi. La nostra idea è questa: così facendo almeno copriremmo una parte della rassegna teatrale. Vorremmo riaprire per l’autunno, ovvero in occasione della festa patronale del Beato Matteo. Sappiamo che i vigevanesi sono molto legati al loro teatro. Proprio per questo l’amministrazione non si è limitata a sistemare la volta». Il teatro necessitava infatti anche di altri lavori. Tra questi rientrano il restauro delle finiture e delle decorazioni in legno. Passando poi all’acquisto di dispositivi di sottotitolazione e audiodescrizione rivolti a persone non udenti e non vedenti, fino ad arrivare alla sostituzione delle poltroncine.

    La facciata del teatro Cagnoni illuminata

    «I soldi del bando regionale – prosegue l’assessore Sala – sono serviti anche per eseguire adeguate opere di manutenzione straordinaria generale estesa anche agli impianti, alle attrezzature ed arredi. Regione Lombardia deve ancora dare risposta riguardo al nostro progetto, ma considerando la grande molte di domande che ha da esaminare, il ritardo era da considerarsi prevedibile. Non penso che si siano riscontrate delle complicazioni inerenti al nostro progetto». Non appena riceveremo la risposta, potremo procedere con la seconda parte dei lavori. Il nostro intento consiste nel poter contare su una rassegna semi completa». Si tratta di lavori programmabili, che prenderebbero il via per la primavera del 2023.

    Di conseguenza, non ci si troverebbe nella condizione di interrompere la nuova stagione teatrale. Il Comune conta quindi di arrivare puntuale all’appuntamento con il tradizionale avvio della stagione di spettacoli in autunno. Dopo tre anni, il Cagnoni è pronto finalmente a spalancare nuovamente il sipario. Intanto, proseguono gli appuntamenti con la rassegna estiva. Il 24 luglio inizierà la rassegna del “Cinema sotto le stelle”, mentre ad ottobre si terrà la diciannovesima edizione della rassegna letteraria. «Siamo soddisfatti per la partecipazione mostrata finora dalla cittadinanza agli eventi che abbiamo organizzato – conclude Sala – ci auguriamo di procedere verso questa direzione anche nei prossimi mesi».

    Edoardo Varese

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764