12.3 C
Vigevano
lunedì, Maggio 25, 2020
More
    Home Lomellina Coronavirus ospedali: «Mancano gli specialisti»

    Coronavirus ospedali: «Mancano gli specialisti»

    All’ospedale civile di Vigevano i ricoverati per Covid-19 sono ancora poco più di un centinaio, come la scorsa settimana: 120 in tutto (tra loro anche il dottor Simone Bagnoli, primario di Medicina al San Martino di Mede) di cui 15 in terapia intensiva. Anche Mede e Mortara accolgono pazienti colpiti dal coronavirus: al San Martino sono 10, che si aggiungono ai 12 in Riabilitazione e ai 13 nell’Hospice, mentre all’Asilo Vittoria i Covid sono 35, oltre ai 20 in Riabilitazione. «Posti letto liberi ce ne sono ancora, – spiegano dall’ospedale di Vigevano – abbiamo preso dei medici neolaureati,

    ma mancano gli specialisti in Rianimazione e Medicina interna e gli infermieri. Aspettiamo un grosso segnale dal Governo, i Ministeri devono aprire alle specializzazioni. E’ questo il grande problema che abbiamo. Non puoi formare specialisti se non col tempo

    L’AIUTO DELLA FONDAZIONE MONDINO Fin dall’inizio dell’emergenza la Fondazione Mondino ha dato supporto all’Asst di Pavia inviando tre medici neurologi per supportare gli ambiti più “caldi” nella gestione dell’emergenza Covid-19 presso gli Ospedali di Vigevano, Voghera e Stradella. Dal 31 marzo è inoltre attiva presso la Fondazione un’Unità operativa Covid-19 di 24 posti letto (Unità Neurocovid) che riceve pazienti in acuzie neurologica a bassa compromissione ventilatoria polmonare dal pronto soccorso degli ospedali lombardi e pazienti post-acuti per il percorso di riabilitazione neurologica intensiva. L’Unità Neurocovid è inserita nell’ambito delle Centrali operative regionali che provvedono ad indirizzare i pazienti Covid-19 secondo le diverse intensità di cura e specificità patologiche. La Fondazione Mondino ha mantenuto anche un ambito No-Covid, ampliando la propria capacità ricettiva per decongestionare i pronto soccorso e i reparti di altre strutture che hanno convertito i propri spazi a degenze Covid. Attualmente l’Istituto ha previsto 54 posti letto per pazienti post-acuti con necessità neuro-riabilitative, in prevalenza con ictus cerebrale o patologia neuroinfiammatoria, e 27 posti letto per pazienti con acuzie neurologiche; circa 40 pazienti fra acuti e riabilitativi sono stati inviati dalle strutture sanitarie extra-provinciali.

    IL SUPPORTO PSICOLOGICO DEI CONSULTORI FAMILIARI Intanto l’Asst di Pavia attiva counseling telefonici ed equipe psico-socio-sanitarie, formati da ginecologi, psicologi e assistenti sociali, rivolti a chi sente di aver necessità di uno spazio di ascolto per affrontare lo stress, il dolore e la paura che ogni evento traumatico suscita. «I consultori familiari, da sempre attenti alla tutela delle fasce di popolazione più deboli e indifese – spiegano dall’Asst – ritengono necessario farsi carico delle fragilità emotive con iniziative di supporto psicologico per aiutare le persone ad affrontare questo momento. La fase che stiamo vivendo è caratterizzata non solo da episodi traumatici, ma altresì dall’abbandono di abitudini, di certezze consolidate, mentre al contempo è necessario rimanere ancorati ad una dolorosa realtà con lucidità, per essere più ricettivi possibili e non lasciarsi travolgere da emozioni fortemente negative che possano dar luogo a forme di eccessivo isolamento ed avvitamento psichico. Occorre peraltro sostenere la formidabile resilienza di tutti gli operatori sanitari che si trovano a gestire la drammaticità delle condizioni dei pazienti nei reparti, affrontare e dare un senso al dolore dei loro parenti e al contempo sostenere l’immane sforzo fisico da coniugare con il mantenimento della competenza professionale. Bonificare la mente diventa un imperativo affinché le inevitabili ripercussioni possano essere meglio sanabili in futuro»

    NUMERI UTILI Sono a disposizione dei pazienti il numero telefonico S.O.S. Sostegno Ostetrico Ginecologico Emergenza Covid-19, gestito dai ginecologi del Consultorio familiare, da lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle 16.30 tel. 0382/432452; il numero telefonico S.O.S. Sostegno Psicologico Emergenza Covid-19, gestito dagli psicologi del consultorio familiare, da lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle 16.30 tel. 0382/432476; le Equipe Psico-Sociali di supporto agli operatori sanitari, ai parenti dei pazienti affetti da Covid-19 ed a tutti coloro che ritenessero di averne necessità, sono presenti nelle sedi consultoriali: Vigevano 0381-333819; Voghera 0383/695222; Broni 0383/582903. Da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30.

    Davide Zardo

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Coronavirus, al Beato Matteo calano i ricoveri

    «La mia impressione è che probabilmente abbiamo raggiunto il picco di contagi». Pietro Gallotti, direttore generale dell’Istituto Clinico Beato Matteo, avanza questa ipotesi perché...

    I canali ufficiali

    1,336FansLike
    81FollowersFollow
    - Advertisement -
    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it