12.3 C
Vigevano
sabato, Giugno 25, 2022
More

    Speciale referendum 12 giugno

    spot_img
    HomeLomellinaEsame di Stato 2022 / La maturità torna (quasi) alla normalità

    Esame di Stato 2022 / La maturità torna (quasi) alla normalità

    Manca pochissimo all’inizio dell’esame di maturità 2022. L’esame conclusivo delle scuole superiori di secondo grado che si svolge, ogni anno, a giugno ed è articolato in tre prove.

    La maturità 2022, la terza in epoca Covid, si svolgerà in presenza, vedrà il ritorno delle due prove scritte che saranno seguite da un colloquio e sarà all’insegna dell’obbligo di mascherina, decaduto pressoché ovunque, ma ancora vigente a scuola.

    LE SUPERIORI La prima prova, quella di italiano, si svolgerà mercoledì 22 giugno, la seconda avrà per oggetto le materie di indirizzo e non sarà ministeriale, ossia le tracce verranno scelte dalle commissioni e saranno uguali per tutto l’istituto. L’esame orale si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione e proseguirà con domande di educazione civica e presentazione delle esperienze di Pcto, l’ex alternanza scuola-lavoro, vale a dire le esperienze “extrascolastiche” che i ragazzi hanno svolto, che vengono collocate e “conteggiate” nel curriculum dello studente, anche se le quinte di quest’anno non hanno potuto fare stage in azienda, essendo alle prese con la pandemia. La commissione sarà interna, ad eccezione dei presidenti che saranno esterni. Insomma la “Maturità 2022” segna un quasi ritorno alla “normalità” e strizza l’occhio ai ragazzi optando per scelte (commissione interna, seconda prova scelta dall’istituto) che rappresentano motivi di forte rassicurazione per i giovani che affronteranno l’esame.

    la scuola che verrà

    I DIRIGENTI Elda Frojo, dirigente scolastico dell’istituto Casale afferma che «il nuovo esame di Stato è un primo passo verso la normalità. I commissari tutti interni, tranne il presidente, dovrebbero essere rassicuranti per i ragazzi. In questa direzione va anche la scelta di affidare ai commissari l’elaborazione della seconda prova. L’introduzione comunque dei due scritti conferisce maggiore serietà all’esame e consente di verificare meglio la preparazione complessiva degli studenti». La dirigente dell’istituto Omodeo di Mortara Stefania Pigorini sottolinea che «la formula proposta quest’anno per l’esame di Stato rappresenta un graduale ritorno verso le disposizioni normative vigenti con un’attenzione alla  situazione pandemica e al fatto che gli studenti abbiano frequentato il triennio in periodo emergenziale». Non solo «la conferma della Commissione interna è sicuramente un elemento rassicurante per gli studenti che saranno valutati da chi li  ha accompagnati lungo i tre  anni. Anche la seconda prova predisposta dalla Commissione consente di costruire uno scritto aderente al percorso  effettivamente svolto. La revisione dei punteggi è un altro elemento di attenzione nei confronti degli studenti». Alberto Panzarasa dirigente scolastico al liceo Cairoli di Vigevano, sostiene che «l’esame di Stato presentato quest’anno dal Ministero è quasi un ritorno alla maturità pre-Covid. I ragazzi sono sicuramente più tutelati. Anche il fatto che la seconda prova è scelta dall’istituto è sicuramente motivo di rassicurazione».

    Isabella Giardini

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764