12.3 C
Vigevano
domenica, Maggio 22, 2022
More
    HomeLomellinaLinea Milano-Mortara, personale mancante e corse cancellate

    Linea Milano-Mortara, personale mancante e corse cancellate

    Manca il personale, e sulla Milano-Mortara oltre il 17% delle corse diventano “fantasma”.

    LE PERCENTUALI Il periodo a cavallo tra il 2021 e l’anno nuovo non è stato semplice per i pendolari che, nonostante le festività, hanno dovuto viaggiare sulla linea lomellina: dal 25 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 su 666 treni programmati 117 (17,6%) sono stati infatti cancellati per mancanza di personale; a questi si aggiungono le cancellazioni e i ritardi per altri motivi. I giorni con più cancellazioni dovuti all’assenza di dipendenti sono stati il 25 dicembre e 26 dicembre (29,4% in ciascun giorno equivalente a 10 treni su 34), il 31 dicembre (31,1% equivalente a 14 treni su 45), il 1° gennaio (44,1% equivalente a 15 treni su 34), 3 gennaio (25% cioè 12 treni su 48), 4 gennaio (18,8% cioè 9 treni su 48), 5 gennaio (27,1% cioè 13 treni su 48), 7 gennaio (29,2% cioè 14 treni su 48) e 8 gennaio (26,7% cioè 12 treni su 45).

    LA TESTIMONIANZA Una situazione comune a tutto il territorio lombardo, con Trenord che, da Natale al 9 gennaio, ha cancellato fino al 27% delle corse proprio per mancanza di personale. Il Covid, e le regole sulla quarantena che fino ai primi di gennaio bloccavano positivi e tutti i contatti stretti, hanno certamente influito: ma per l’associazione Mimoal, che rappresenta i pendolari della Milano-Mortara, quello della carenza di personale è un problema endemico in seno all’azienda di trasporti. «Trenord ha una consistenza di personale sotto il livello minimo per fare i servizi e quindi già normalmente è in difficoltà e le immissioni di nuovo personale non riescono a pareggiare la consistenza necessaria per fare il servizio ordinario previsto da regione Lombardia – rivelano dall’associazione – È dal 2016 che Trenord ciclicamente cancella corse per mancanza di personale a cui aggiunge cancellazioni per guasti al materiale rotabile vetusto. Nel 2018 Trenord si è fatta approvare da regione Lombardia un piano di taglio delle corse per questi motivi, a oggi non tutte le corse sono state ripristinate».

    La stazione di Vigevano

    Chi dovrebbe vigilare, secondo Mimoal, non lo fa: in primis la Regione, ma anche il Ministero competente, i prefetti e l’Autorità di regolazione dei trasporti non sarebbero esenti da responsabilità. Ma in attesa di capire chi dovrebbe intervenire, l’emorragia di corse prosegue: per questa settimana (dal 17 al 23 gennaio) Trenord sulla linea Milano-Mortara-Alessandria ha disposto la cancellazione delle ultime corse serali, non sostituite da autobus, da Mortara delle 22.33 (nonostante il comunicato dell’azienda parli di corse posteriori alle 23.30) e da Milano delle 23.42.

    NESSUNA RISPOSTA DA TRENORD Nei festivi, inoltre, l’ultimo treno da Mortara per Milano è alle 20.33 e in senso contrario alle 21.42, con un “buco” di oltre un’ora. E i treni che nemmeno partono non si limitano alle ore notturne, sostengono da Mimoal: «Oltre alle corse serali vengono cancellate anche alcune corse diurne. Fino a ora tutti i giorni sono stati cancellati il treno da Alessandria delle 6.45 e da Milano alle 17.08. Giornalmente poi altre corse vengono cancellate per la motivazione Covid e per i guasti al materiale rotabile creando una situazione di incertezza per tutti i viaggiatori. Regione Lombardia, che dovrebbe tutelare i viaggiatori e vigilare sull’operato di Trenord è da prima di Natale che non proferisce parola su tutte queste cancellazioni».

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764