12.3 C
Vigevano
venerdì, Ottobre 22, 2021
More
    HomeVigevanoMimoal, Trenord rinuncia alla causa

    Mimoal, Trenord rinuncia alla causa

    Pace fatta tra Trenord e Mimoal. L’associazione che rappresenta i pendolari della tratta Milano- Mortara, in causa con l’azienda di trasporti per un video satirico pubblicato sui social lo scorso inverno, si è vista recapitare la rinuncia da parte di Trenord a procedere oltre. «La causa ha riguardato la pubblicazione di un video, ritenuto lesivo da Trenord – spiegano da Mimoal – Pur ritenendo di agire nel solco del diritto di critica, abbiamo probabilmente valutato in modo superficiale gli effetti di quella pubblicazione».

    Il “filmato della discordia”, per fare un breve recap, era la riproposizione di un video di auguri natalizi pubblicato dall’azienda, con però sovrapposte alcune cifre relative ai disservizi e ai ritardi della linea Milano-Mortara. L’accusa di Trenord, arrivata poco dopo le feste, era stata quella di violazione della proprietà intellettuale e diffamazione, con conseguente richiesta di danni per 10mila euro. Acqua passata, oramai: «La comunicazione ufficiale – prosegue il comitato pendolari – ci è arrivata sia in via stragiudiziale da Trenord, sia tramite atto di rinuncia notificato e conseguente provvedimento di estinzione da parte del tribunale di Milano. Prendiamo atto di questa decisione di Trenord e confidiamo che possa essere un segnale di volontà per la ripresa del dialogo e confronto con Mimoal e, perché no, anche di una eventuale reciproca collaborazione in un contesto di autonomia e rispetto tra le parti. Da Mimoal ci sarà sempre attenzione, informazione e, quando serve, segnalazione e critica accompagnata da proposte, sia verso Trenord, che verso regione Lombardia e Rfi».

    Nei mesi scorsi, per sostenere le alte spese legali e i danni da pagare, Mimoal aveva fatto partire una sottoscrizione fra soci e simpatizzanti, tramite la quale era già stata raccolta una certa somma: «Rassicuriamo coloro che hanno voluto sostenerci economicamente in questa fase – chiariscono dall’associazione – che utilizzeremo i fondi raccolti oltre che per fare fronte alle spese di assistenza stragiudiziale a noi fornita per migliorare, almeno in parte, le condizioni di viaggio di ognuno fornendo mascherine, gel igienizzante, guanti monouso e quanto altro necessario».

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764