12.3 C
Vigevano
sabato, Aprile 17, 2021
More
    HomeVigevanoParcheggi, le strisce blu tornano a pagamento

    Parcheggi, le strisce blu tornano a pagamento

    Tornano le strisce blu a pagamento, ma la prima mezz’ora sarà gratuita. Lo ha deciso il Comune accogliendo le richieste dei commercianti, che nel corso di un anno di lock-down (durante il quale la sosta non veniva fatta pagare) avevano lamentato la mancanza di turn over nei posteggi adiacenti alle proprie attività. «Spesso le auto venivano lasciate lì tutto il giorno – spiega l’assessore Andrea Sala – e questo impediva l’accesso a chi invece voleva fare la spesa nei negozi. In questo modo si garantisce un ricambio alla sosta, alleggerendo il peso di chi deve sbrigare varie commissioni. La prima mezz’ora è gratis, ogni ora di parcheggio costa 1 euro e 20 dal lunedì al venerdì. Se si lascia l’auto tutto il giorno si paga una somma cumulativa di 6 euro. Il sabato e la domenica invece ogni ora di sosta sulle strisce blu costerà solo 1 euro. Abbiamo deciso di far pagare il parcheggio anche nel weekend per incentivare il ricambio e l’accesso dei turisti, impedendo che le auto vengano lasciate in modo stanziale».

    La sorveglianza sarà accentrata tutta alla polizia locale, mentre il prelievo dei soldi versati negli apparecchi verrà effettuato dall’agenzia Civis. I tecnici comunali sono al lavoro per adattare le 28 macchinette a pannelli solari, che sono rimaste ferme un anno e potrebbero anche guastarsi. «In ogni strada ce ne sono due, – aggiunge il geometra Paolo Valentini – se non funziona una ce n’è sempre un’altra. Per la prima mezz’ora gratis ci sono tre opzioni: il disco orario, la colonnina in cui schiacciare il pulsante senza mettere i soldi, la modalità normale con sconto automatico». Il Comune sta configurando diversi sistemi di sosta auto, in vista del piano di parcheggio integrato «che permetterà – spiega il sindaco Andrea Ceffa – di mettere insieme in rete i posteggi pubblici e privati di tutta la città.

    Ad esempio nella galleria dell’ex Stav in via Trivulzio e alla nuova Conad c’è il disco orario, mentre via Farini e l’ospedale sono attualmente affidati a un privato, con una gestione nella quale speriamo di entrare allo scadere del bando ». Intanto anche l’uso dell’auto elettrica sarà favorito dalla presenza di 10 postazioni per la ricarica in 5 punti della città: in piazza Calzolaio d’Italia, al Maxi Zoo di via Santa Maria, nel parcheggio del cimitero, alla stazione ferroviaria e in piazza Sant’Ambrogio. «Stiamo chiedendo i permessi a Enel per l’alimentazione», conclude il sindaco.

    Davide Zardo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -spot_img

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it