12.3 C
Vigevano
venerdì, Settembre 30, 2022
More
    HomeLomellinaAl via il nuovo anno scolastico, ma senza mascherina

    Al via il nuovo anno scolastico, ma senza mascherina

    Riapertura delle scuole e ritorno alla normalità. Vale a dire: dal primo settembre decadono tutti i vincoli prima imposti.

    Quindi: no mascherine, no Dad, no distanziamento. Se questa notizia sicuramente verrà appresa con grande sollievo dai più, però va detto che i dirigenti scolastici hanno predisposto ogni cosa per ‘correre ai ripari’. Ecco le loro dichiarazioni.

    SCUOLE DELLA ZONA «Sì, si ricomincia senza nessun vincolo – dice la preside dell’istituto tecnico commerciale “Luigi Casale”, Elda Frojo – detto questo se viene a scuola qualche alunno con sintomi ‘sospetti’, verrà ‘trasferito’ in un’aula a parte. Il comportamento attuato viene affidato alla responsabilità della singola persona». Le lezioni all’istituto Casale riprenderanno mercoledì 7 settembre per tutti gli studenti della scuola in via Ludovico il Moro.

    Ripartiamo senza mascherine, Dad e distanziamento – spiega Matteo Loria dirigente scolastico all’istituto Caramuel Castoldi e Roncalli – sembrerà di riavvolgere il nastro del tempo al 20 febbraio del 2020.

    Gli fa eco Alberto Panzarasa responsabile del liceo classico, scientifico, delle scienze umane e linguistico “Benedetto Cairoli” «si ricomincia senza alcuna disposizione restrittiva: senza mascherine, Dad e distanziamento. Resta la libertà del singolo istituto di prendere provvedimenti in caso di necessità. Le lezioni riprenderanno il 12 settembre». Stefania Pigorini dirigente scolastica all’istituto Omodeo a Mortara spiega «ricominciamo senza alcuna restrizione, prestando particolare attenzione alle persone a rischio e/o fragili: con loro si valuterà la situazione. Le lezioni riprendo il 5 settembre per il triennio e il liceo quadriennale, il 12 settembre per tutti gli altri».

    La sede dell’istituto Omodeo di Mortara

    UN NUOVO INIZIO Insomma: dopo tre anni di pandemia quest’anno per la prima volta, si tornerà a scuola senza mascherine, tranne che per il personale scolastico e gli alunni a rischio, senza orari diversificati, senza misure di distanziamento e non è prevista la didattica a distanza (Dad): se un alunno si ammalerà di Covid rimarrà a casa come in caso di influenza e non potrà seguire le lezioni della sua camera, a meno che le scuole, in autonomia, non decidano diversamente, e possono farlo. Il Ministero dell’Istruzione sta emanando una circolare nella quale sottolinea come le disposizione emergenziali che sono state previste in questi anni di pandemia, al 31 agosto hanno terminato la loro efficacia. Questo porta alla conclusione che non ci sono i presupposti per introdurre nuove misure di contrasto al Covid nelle scuole.

    REGOLE Sono previste, sempre dal Ministero, una serie di azioni da attuare in caso vi sia una recrudescenza della circolazione del virus. In alternativa si ipotizzano nuove indicazioni operative nel caso in cui dovesse esservi una evoluzione della situazione epidemiologica. Per poter frequentare il proprio istituto scolastico, al momento sono necessarie alcune misure di prevenzione: l’assenza di sintomi febbrili o di test Covid positivo, i ricambi d’aria frequenti nelle aule, le sanificazioni ordinarie e straordinarie, qualora sia riscontrata positività durante la presenza a scuola.

    Isabella Giardini

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764