12.3 C
Vigevano
sabato, Dicembre 3, 2022
More
    HomeVigevanoVigevano, via al cantiere per il centro in via El Alamein

    Vigevano, via al cantiere per il centro in via El Alamein

    Contenuto riservato ai sostenitori de L'Araldo

    Abbonati al sito e diventa un sostenitore de L'Araldo! E' facile, veloce e gratis!
    Non preoccuparti, il tuo indirizzo email sarà libero al 100% dallo spam!

    La battaglia per via El Alamein, alla fine, ha visto vincere le ruspe. Dopo anni di discussioni e proteste da parte di ambientalisti e commercianti, nei giorni scorsi hanno preso il via i lavori per la realizzazione dell’area commerciale nell’area della cascina Colombarola.

    Per il momento si tratta solo dello spianamento della zona, precedentemente occupata da terreni agricoli: un tasto su cui gli oppositori del progetto hanno in questi anni battuto molto per convincere il Comune a fare dietro front, senza però ottenere nulla.

    Si parla comunque di qualche anno fa: l’ok definitivo da parte del consiglio comunale è infatti arrivato nel giugno 2019, dopo il quale dell’area (complice anche la pandemia da Covid-19) non si era più sentito nulla di concreto. A realizzare l’«insediamento per medie strutture di vendita» sarà la società vigevanese Fima Srl: 23mila i metri quadrati che diventeranno pubblici, dei quali quasi 12mila di verde, 11mila di viabilità, 500 di ciclabile; cinque saranno invece gli edifici commerciali da realizzare, tre da 3 mila metri quadrati, uno da 2mila 300 e uno da 600, quest’ultimo dedicato a bar e ristorazione.

    Capitale della cultura o dei centri commerciali
    via El Alamein

    Quali negozi usufruiranno dei nuovi spazi non è ancora dato saperlo, ma certo è che con Il Ducale a pochi metri e la riqualificazione dell’altrettanto vicina ex Adamello (dove si installeranno altre strutture commerciali), viale Industria sembra essere destinata a diventare la nuova area dello shopping vigevanese. Se questo sia sostenibile e opportuno, in una città che nutre anche ambizioni di turismo d’alto livello, i dubbi ci sono: ad esprimerli è la Consulta Ambiente di Vigevano, composta da membri delle associazioni che in passato si erano esposti pubblicamente contro l’opera: «La notizia di apertura del cantiere di El Alamein per noi è stata una mazzata – si legge nel comunicato della Consulta, che ricorda le battaglie portate avanti dalle associazioni per impedirne la realizzazione – nel giugno 2019, prima di un consiglio Comunale convocato d’urgenza per approvare il progetto, come Vigevano Sostenibile e Nostra abbiamo raccolto e depositato in comune 2000 firme contrarie. Tutte le osservazioni presentate nelle sedi opportune da numerose associazioni del territorio e da associazioni di categoria sono state del tutto inascoltate».

    Sala sindaco Vigevano
    l’ex sindaco Sala (ora assessore ai Lavori pubblici)

    Per i firmatari della nota, «questo insediamento è un enorme danno dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Il centro commerciale avrà numerosi impatti: chiusura di molti negozi (per ogni nuovo posto di lavoro nella grande distribuzione se ne perdono 3 nel piccolo commercio); consumo di suolo agricolo; notevole aumento del traffico». Per le associazioni ambientaliste, la critica è da allargarsi al proliferare di questi ultimi anni di strutture commerciali come market di grandi dimensioni: «A Vigevano si continua ad autorizzare nuovi supermercati e negozi di grande distribuzione, nonostante l’offerta già presente sia in grado di soddisfare una domanda di una città di almeno 100mila abitanti». A tenere banco è anche la questione delle opere di compensazione: secondo l’accordo siglato tra Comune e Fima, quest’ultima dovrà investire 1 milione e 200mila euro in interventi sul suolo cittadino. Di questi 445 mila euro (in parte già spesi) serviranno per miglioramenti di strade e marciapiedi della città; 411 mila per la nuova rotatoria in uscita dalla frazione Piccolini tra corso Europa e via Gravellona, opera richiesta da tempo dalla frazione ma per la quale il Comune non ha ancora finito di acquisire i terreni dai privati. 333 mila euro infine serviranno per la futura sistemazione di via Rocca Vecchia: per quest’intervento non c’è ancora un progetto definito, al di là di un’onirica promenade di ponticelli sul Naviglio scarabocchiato anni fa sul retro di un foglio dall’allora sindaco Sala durante una conferenza stampa.

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764