12.3 C
Vigevano
giovedì, Novembre 26, 2020
More
    Home Cultura e tempo libero La fumetteria ducale Pick Up Comics ospite al Lucca Changes

    La fumetteria ducale Pick Up Comics ospite al Lucca Changes

    Il Lucca Comics sbarca anche a Vigevano. C’era anche la fumetteria Pick Up Comics, realtà da poco inaugurata nella città ducale, tra gli ospiti del “Campfire” organizzato da It Comics e andato in onda – rigorosamente in streaming – sui canali social della casa editrice. Tra i più rinomati e partecipati festival dedicati alla “nerd culture” del mondo, il Lucca Comics & Games del 2020 a causa della pandemia da Covid ha dovuto pesantemente rivoluzionare la propria struttura: fermo restando che la tradizionale “invasione” di appassionati di fumetti, videogiocatori, cosplayer e compagnia bella nella città toscana era impraticabile per ovvie ragioni sanitarie, la manifestazione si è quindi allargata su tutto il suolo della Penisola, con una moltitudine di presentazioni, conferenze e dibattiti denominati, appunto “Campfire” e svoltisi (esclusivamente online a causa dell’ennesima stretta sugli eventi in presenza) in diverse città italiane.

    Un “fuoco da campo” che ha “illuminato” anche Davide Arlenghi, titolare della fumetteria vigevanese che, in diretta dalla propria sede di via Rocca Vecchia, ha partecipato alla discussione del giorno legata alla distribuzione fisica delle “nuvole parlanti”. Tra i relatori dell’intervento, in realtà più una chiacchierata a 360 gradi, Gianmarco Fumasoli (direttore editoriale di Bugs Comics e sceneggiatore di Samuel Stern), Fabiano Ambu (autore di It Comics e disegnatore del fumetto di Sergio Bonelli Editore Dampyr) e altri professionisti del settore: una tematica spinosa quella affrontata, con da una parte l’esigenza dei rivenditori di guadagnare e quindi affidarsi alle “certezze” e quella delle case editrici emergenti di proporre un prodotto nuovo ma ovviamente sconosciuto ai lettori e di distribuirlo tramite i canali a loro più redditizi, come edicole o web. «La mia partecipazione al confronto è nata in maniera quasi casuale – racconta Davide Arlenghi – avevo interagito da spettatore a una live di It Comics e corrispondevo al profilo che stavano pensando di coinvolgere: una realtà piccola e appena nata, come la mia, da affiancare a una grande fumetteria».

    Il bilancio dell’esperienza è senza dubbio positivo: «La live è andata molto bene, è stata utile per capire bene come funziona il mondo del fumetto e la sua distribuzione – racconta Arlenghi – ho ricevuto feedback molto positivi soprattutto sulla mia visione nel gestire una fumetteria, forse non molto commerciale: ma mi sono messo nei panni del lettore e ho cercato di costruire il negozio che avrei voluto, spingendo anche lavori di piccole case editrici». L’avventura di Pick Up Comics è nata pochi mesi fa, principalmente come “delivery” di fumetti: «L’idea mi è venuta durante il lockdown: stavo pensando a come poter riportare i fumetti a Vigevano e mi è venuta quest’idea di un “Just Eat” di comics. Siamo partiti a maggio in un piccolo ufficio, che faceva solo da punto di ritiro, ma a poco a poco ci siamo accorti che le persone desideravano avere un luogo fisico dove andare. E così, il 3 ottobre, abbiamo aperto il negozio». Che, nonostante le restrizioni, non chiuderà i battenti del tutto: «Andremo avanti con il delivery, come abbiamo cominciato – conferma Davide – fino a che non sarà possibile per tutti tornare finalmente in fumetteria».

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Ripartenza al rallentatore: le testimonianze

    La gente esce poco. Ha paura ed è confusa. E questo stato d’animo si proietta anche sul comportamento dei consumatori, tutti i consumatori, di...

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -
    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it