12.3 C
Vigevano
lunedì, Giugno 27, 2022
More

    Speciale referendum 12 giugno

    spot_img
    HomeCultura e tempo liberoScuole Vidari, la mostra per celebrare i 150 anni del pedagogo

    Scuole Vidari, la mostra per celebrare i 150 anni del pedagogo

    Per i suoi 150 anni, Giovanni Vidari torna a casa: nella sua città, ma soprattutto nella scuola che da anni porta il suo nome.

    Domenica mattina, con una mostra con materiale d’epoca e lavori fatti dagli alunni, la scuola primaria Vidari ha celebrato sia la figura del pedagogo ducale, sia la propria storia, cominciata negli anni ‘20 del secolo scorso: presenti all’evento, oltre a numerosi studenti, genitori e insegnanti, anche le autorità civili cittadine e i “testimoni” della scuola di una volta, come l’ex preside Iole Barettoni e Angelo Vidari, pronipote dell’intellettuale.

    L’EVENTO «E’ un’occasione – ha esordito il dirigente scolastico Massimo Camola – per scoprire cosa eravamo, cosa siamo e cosa potremo essere», un parere condiviso anche dal sindaco Andrea Ceffa: «Oggi è importante costruire la memoria di questa scuola, che non sono solo i muri, ma le persone». Persone come Liliana Longo, che era bimba all’epoca della posa della targa in onore di Vidari e che ha raccontato di quel giorno, ricordando le autorità, i carabinieri in alta uniforme e l’aria di “grandeur” che si respirava: «Forse capii in quei giorni l’importanza di donare agli altri il proprio sapere. Grazie a tutte le maestre che hanno fatto una casa di questa scuola».

    La scuola Vidari

    LA MOSTRA Maestre che, insieme ai propri studenti, hanno messo in piedi una mostra tra passato e futuro, allestita nelle aule dell’istituto e visitabile per tutto l’arco della mattinata: tra il materiale visionabile antichi registri (tra i quali quelli redatti dalla madre di Lucio Mastronardi, maestra della scuola), quaderni, pagelle, fotografie e strumenti didattici d’antan come mangianastri, mappamondi, pallottollieri e giochi di legno. I lavori degli alunni, invece, hanno spaziato tra i “classici” disegni e diorami in cartapesta e i più “avveniristici” elaborati digitali, come l’intervista a Giovanni Vidari (che ha risposto per voce di un suo avatar virtuale) realizzata dagli alunni delle V e il tour nel Vidari di una volta elaborato dagli scolari di III tramite tablet e QrCode.

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764