12.3 C
Vigevano
domenica, Maggio 22, 2022
More
    HomeDiocesiPieve del Cairo, nasce l'Osservatorio Rosa

    Pieve del Cairo, nasce l’Osservatorio Rosa

    Nasce l’Osservatorio rosa nell’Unità pastorale della Bassa Lomellina che fa capo a Pieve del Cairo. «Si tratta di un progetto pilota – spiega Clara Piovera, della Caritas diocesana di Vigevano – per conoscere meglio i problemi del nostro territorio e per poter raggiungere anche persone che faticano a muoversi verso i centri di ascolto più lontani. L’intento è quello di creare un servizio in rete, una tipologia di intervento che va ad ascoltare e comprendere le reali necessità e cerca di connettere le persone con i servizi e le possibilità di aiuto già presenti e strutturate, spesso non conosciuti in periferia, attraverso una modalità di interazione e comunicazione con tali centri».

    Così il parroco don Luca Discacciati, responsabile dell’Unità pastorale: «Abbiamo pensato di proporre un servizio itinerante, con sedi e orari diversi, per offrire più possibilità alle persone che hanno intenzione di chiedere aiuto, superando anche alcuni limiti legati alla dinamica della “vergogna” che spesso nei piccoli paesi entra in gioco, avendo così la possibilità di recarsi nelle sedi vicine. Le sedi disponibili per tale sportello sono legate agli spazi messi a disposizione dalle parrocchie, più precisamente: parrocchia Beata Vergine della Consolazione di Pieve del Cairo, parrocchia San Bartolomeo Apostolo di Suardi, parrocchia San Giovanni Battista di Mezzana Bigli (dove ha sede il centro Caritas di riferimento per l’Unità pastorale) e parrocchia Beata Vergine Assunta di Frascarolo».

    L’obiettivo generale del progetto riguarda la creazione di un luogo di ascolto capace di affrontare in rete le situazioni critiche incontrate, pensando e proponendo tutti gli aiuti possibili alla persona che si avvicina al centro. Nello specifico, gli obiettivi riguardano la strutturazione di momenti di consulenza individuale o familiare, sostegno di carattere psicologico, ricerca lavorativa e sportello di informazione per le giovani donne, diventando così un punto d’aiuto riconosciuto dalla popolazione dell’intera Unità Pastorale e in collegamento con le strutture presenti che si occupano di svariate problematiche: dalla tutela dei minori agli sportelli per le dipendenze, al gioco d’azzardo patologico ai centri antiviolenza e le istituzioni che tutelano la figura della donna. In secondo piano, ma non per importanza, si ha l’obiettivo di osservare e studiare le maggiori fatiche presenti sul territorio, in modo da poter canalizzare progetti futuri e cercare di costruire risposte mirate.

    «L’attesa finale – conclude don Luca – è quella di offrire un servizio utile e creare un centro ricco di possibilità che andrebbe a potenziare lo sportello d’ascolto Caritas che stiamo creando attraverso il corso di formazione. Ci aspettiamo di poter creare reti sempre più in contatto con i vari servizi del territorio, valorizzando le strutture già esistenti e ampliando gli interventi dove necessario. Lo sportello d’ascolto e consulenza “Osservatorio rosa” vuole nascere e crescere in un ottica di attenzione alla persona. Questo progetto, inoltre ci permetterebbe di capire anche quanti e quali problemi potrebbero rimanere sottovalutati o addirittura ignorati, offrendo successivamente interventi costruiti sulla reale necessità territoriale». Lo sportello è operativo il martedì mattina dalle 9 alle 12 e il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17 presso le sedi sopra citate secondo le necessità delle persone che prendono contatto. Per informazioni o appuntamenti si può contattare Clara Piovera al numero 348-7163177.

    Ra

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764