12.3 C
Vigevano
sabato, Aprile 17, 2021
More
    HomeDiocesiRuba 1700 vestiti, la refurtiva diventa un dono per la Caritas di...

    Ruba 1700 vestiti, la refurtiva diventa un dono per la Caritas di Vigevano

    Da un crimine a un dono.

    Oltre 1.700 capi di vestiario del marchio “Zara”, sequestrati dalla Guardia di finanza a fine novembre durante un servizio di controllo al mercato rionale di Belgioioso, sono stati donati alla Caritas di Vigevano.

    L’operazione ha permesso di individuare diversi capi d’abbigliamento risultati rubati, poiché il detentore della merce non è stato in grado di esibire la fattura d’acquisto e non era nemmeno autorizzato alla vendita. Grazie a una perquisizione domiciliare le indagini hanno permesso di trovare nell’abitazione del venditore ambulante centinaia di prodotti originali recanti tra gli altri il noto marchio “Zara” di proprietà della Inditex, molti dei quali ancora confezionati o addirittura dotati del dispositivo anti-taccheggio. Più di 1.700 i capi d’abbigliamento (borse, scarpe, maglie, felpe, giubbotti per un valore commerciale di diverse migliaia di euro) che venivano venduti al pubblico nonostante il divieto di distribuzione al di fuori dei canali autorizzati dalla casa madre.

    LIETO FINE Il responsabile è stato denunciato per furto e ricettazione all’Autorità giudiziaria,

    che su richiesta della Guardia di finanza, col benestare della proprietà del noto marchio spagnolo, ha autorizzato la donazione dei capi alle associazioni benefiche.

    DIO Vigevano gdf caritas zara 3

    La consegna della merce è avvenuta venerdì mattina nella sede pavese delle Fiamme Gialle, alla presenza del comandante provinciale, il colonnello Luigi Macchia, e del vescovo di Vigevano, monsignor Maurizio Gervasoni. «E’ nato tutto da un evento negativo, – ha commentato quest’ultimo – che la generosità della vittima ha permesso di trasformare in positivo».

    Per costruire la società occorrono gratuità e solidarietà. Viviamo in una grande difficoltà e la distribuzione del vestiario ai bisognosi si dovrà dilatare nel tempo, per collocare tutto in modo personalizzato, facendo attenzione perché lo spreco è dietro l’angolo, e mantenendo la dignità delle persone aiutate

    Così don Moreno Locatelli, direttore della Caritas diocesana vigevanese: «In base all’esigenza e alla richiesta, il materiale raccolto andrà a chi ne ha bisogno. Attiveremo la rete delle associazioni e le altre Caritas del territorio, a Pavia e Voghera».

    Davide Zardo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -spot_img

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it