Bando bar Asst, la Volpi Pietro si aggiudica l’appalto

La riapertura dei bar ospedalieri ormai non è più un miraggio. Da mesi, infatti, i cinque ristori interni agli ospedali di Vigevano, Mortara, Voghera, Stradella e Varzi sono chiusi, basti pensare che quello di Mortara è chiuso da fine febbraio, mentre quello vigevanese addirittura dallo scorso gennaio. Una situazione, questa dei bar ospedalieri, che sembrerebbe vedere finalmente la luce in fondo al tunnel dopo quasi un anno di chiusura.

L’ASSEGNAZIONE La loro gestione, infatti, è stata assegnata all’azienda Volpi Pietro srl di Sant’Angelo Lodigiano, società che si è aggiudicata entrambi i lotti in cui era stato suddiviso il bando pubblicato da Asst Pavia, ovvero Polo 1 Oltrepo, quindi per quanto riguarda gli ospedali di Voghera, Stradella e Varzi, e Polo 2-Lomellina per le strutture ospedaliere di Vigevano e Mortara. L’azienda lodigiana ha conquistato il bando con un canone annuo di 28.200 euro per l’Ospedale Civile di Vigevano e per l’Asilo Vittoria di Mortara, mentre leggermente inferiore il canone annuo per il primo polo del bando, cifra che ammonta a 20.200 euro, battendo l’azienda avversaria che si era candidata per il bando, ovvero la padovana Mimo srl. Nonostante tutto sembri pronto per la riapertura dei ristori, si dovrà ancora aspettare un periodo di ulteriori verifiche affinché tutto possa riprendere nel migliore dei modi.

In questo momento – fa sapere Asst Pavia – si aprirà una fase di verifiche finali, terminata la quale si svolgeranno sia i vari adempimenti, sia i sopralluoghi per poter attivare una volta per tutte il servizio bar nelle strutture ospedaliere. Quindi ad ora è difficile stabilire con certezza una data di apertura dei bar, tempi che verranno stabiliti alla luce di quest’ultimo periodo di controlli.

NUOVO INIZIO In attesa di questa nuova ripartenza, la società lodigiana sembra avere tutte le carte in regola per poter dare di nuovo vita a un servizio che è venuto a mancare per così tanto tempo all’interno delle strutture sanitarie del territorio. Da cinquant’anni, infatti, la Volpi srl si occupa di gastronomia e ristorazione collettiva, concentrandosi su ambienti come scuole, aziende e ospedali. Sicuramente uno dei punti forti che ha convinto la commissione giudicatrice di Asst Pavia è il fatto che l’azienda lombarda prediliga materie prime di qualità e soprattutto a chilometro zero, valorizzando in particolar modo le eccellenze del territorio, sempre con un occhio di riguardo ai valori nutritivi e alla riduzione dell’inquinamento ambientale, tematiche che stanno particolarmente a cuore in quest’ultimo periodo.

Rossana Zorzato

Le ultime

Dameno pronta per Parigi 

Vedere nello sport una vera opportunità per acquisire maggiore...

Una lapide per mons. Capettini

Nella ricorrenza del 66° anniversario della morte di mons....

Riso Tea: gli ecologisti spiegano la loro contrarietà

Poca partecipazione alla manifestazione promossa a Mezzana Bigli lo...

Lutto nel mondo della marcia: addio a Pastorini, maestro di campioni

Lutto nel mondo dell’atletica italiana e lomellina: nella serata...

Login

spot_img
araldo
araldo
L'Araldo Lomellino da 120 anni racconta la Diocesi di Vigevano e la Lomellina, attraversando la storia di questo territorio al fianco delle persone che lo vivono.