L’atletica in attesa della pista da sistemare

Allenamenti per strada e sulle gradinate dello stadio, per ovviare all’assenza di una pista utilizzabile. Un anno a dir poco complicato per l’Atletica Vigevano: è una vera e propria odissea quella vissuta dalla società e degli atleti, che stanno “combattendo” contro la pista d’allenamento da diversi mesi.

TANTI PROBLEMI L’impianto, che sta ancora subendo miglioramenti e modifiche, dovrebbe essere pronto all’inaugurazione per settembre, ma i problemi sembrano spuntare uno dopo l’altro: «Mentre la ditta stava mettendo giù il manto, sono state riscontrate bolle sulla pista, ed è necessario verificare il perché» afferma Oscar Campari, direttore tecnico dell’Atletica Vigevano. «Se succede dopo 3 o 4 anni è normale, ma visto che non è ancora stato posato il manto finale c’è qualcosa che non va. Sono stati fatti, nella mattinata di mercoledì, i rilievi necessari per definire la situazione. I risultati delle analisi arriveranno solo nei prossimi giorni». «Gli atleti sono fortemente influenzati – continua – potendo allenarsi solo sulle tribune, in strada, nella pista a due corsie o direttamente in altre città come Milano, Pavia e Vercelli».

È un grande dispendio finanziario e di energie, ma in tutto questo i ragazzi stanno comunque conseguendo ottimi risultati. Dispiace per un calo nelle iscrizioni giovanili – conclude – non potendo offrire un impianto adeguato.

LAVORI LUNGHI Doveva essere pronta nel mese di aprile, in occasione della Scarpadoro, ora se tutto andrà bene la nuova pista di atletica dello stadio Dante Merlo sarà completata solo in vista della fine dell’estate. Il sindaco Andrea Ceffa evidenzia di come il maltempo non abbia certo aiutato a ultimare i lavori, ma i ragazzi dell’Atletica Vigevano hanno più volte sottolineato e fatto presente l’esigenza di allenarsi e correre servendosi della pista. «Spero a questo punto che sia pronta per la fine dell’estate – auspica il sindaco Andrea Ceffa – la pioggia è stata la causa principale dei ritardi dei lavori. Si era visto che in una parte della pista erano presenti delle bolle nell’asfaltatura quindici giorni fa, poi a causa della forte pioggia della scorsa settimana i lavori si sono dovuti fermare: adesso dovrebbe esserci qualche giorno di sole. Bisogna sperare che non si formino bolle anche in altre parti della pista». Un’estate fino a questo momento anomala per il clima, ciò che invece sembra diventata una consuetudine è il non vedere il termine dei lavori: «So che è facile attribuire le colpe al sindaco, ma non siamo ancora in grado di prevedere il clima. Per la fine della stagione estiva comunque ci saremo».

Ev, Ez.

Le ultime

Dichiarato fallito il calzaturificio Moreschi

Moreschi è fallita. La storica azienda, che per più...

Infermieristica, iscrizioni ok a Vigevano

L’Ospedale civile di Vigevano può continuare a contare sulla...

Dipendenze / I servizi: quanti sono e come operano in Italia

A chi può rivolgersi chi si trova a sperimentare...

Oscar green ad un giovane risicoltore

Una tecnica antica rivisitata in chiave moderna, con un...

Login

spot_img