Vigevano, il navigatore anche al cimitero

Cimitero di Vigevano sempre più informatizzato grazie al totem che indica le posizioni delle tombe, con le telecamere di sicurezza sistemate agli ingressi principali che aumentano, mentre si lavora per portare a termine l’area nella quale si potranno spargere le ceneri dei propri cari e alla realizzazione del forno crematorio. Non solo: è imminente il via ai lavori per sistemare le zone danneggiate dalla tempesta di fine agosto dello scorso anno.

ORIENTARSI Sono stati il sindaco Andrea Ceffa e l’assessore alla polizia municipale e ai servizi cimiteriali Nicola Scardillo a spiegare tutto durante una conferenza stampa che si è tenuta al cimitero, davanti al nuovo totem informativo. «Prende il via l’operazione di informatizzazione del cimitero urbano – ha detto Scardillo – il totem serve a coloro che devono trovare la tomba di una persona e non sanno come orientarsi: con questo strumento è molto semplice. Basta digitare il nome e il cognome del defunto, e immediatamente sullo schermo compariranno tutte le persone, con quel nome e cognome, che il computer ha trovato nei cimiteri di Vigevano e delle frazioni. Una volta trovata con esattezza la persona che si stava cercando è sufficiente osservare i riferimenti logistici che il computer indica, che portano all’area esatta nella quale si trova la tomba. Tale operazione può essere svolta presso il cimitero dove c’è il totem ma anche da casa, accedendo al sito del comune, nella sezione cimiteriale e digitando “ricerca defunti”:

così sia per coloro che arrivano da fuori ma anche per chi abita a Vigevano e vuole abbreviare i tempi sarà semplice rintracciare ogni coordinata per trovare facilmente la strada per arrivare davanti alla tomba della persona che si sta cercando.

SICUREZZA «Da tempo prestiamo particolare attenzione alla sicurezza – ha detto invece il sindaco Ceffa – in particolar modo in luoghi, come il cimitero nei quali l’ingresso è sempre libero: le telecamere predisposte in ogni ingresso monitoreranno tutto il giorno le entrate e le uscite. Anche nei cimiteri delle frazioni Piccolini, Morsella e Sforzesca saranno installate: l’operazione fa parte del Progetto Smart City». Il cimitero fu una delle zone più colpite dalla furia della tempesta di fine agosto, e alcune parti del medesimo non sono ancora state sistemate, tra poco anche questo problema troverà soluzione. «Nella richiesta complessiva di fondi 5 milioni di euro, 2 milioni sono stati destinati al cimitero – hanno detto Ceffa e Scardillo – nella zona “oltremora”, nell’ultimo ingresso, quello dell’area nuova del cimitero, si sono ultimati i lavori di realizzazione dell’area per la dispersione delle ceneri, stiamo aspettando il via libera da Ats. Nella stessa zona si stanno ultimando i lavori di realizzazione del forno crematorio per il quale si attende che venga concluso il piano cimiteriale».

Isabella Giardini

Le ultime

Viaggio in parrocchia / Garlasco, la chiesa dedicata alla Beata Vergine Assunta e a Dan Francesco

La chiesa parrocchiale di Garlasco, dedicata alla Beata Vergine...

Mede, festa di leva con rissa

Il maltempo dà tregua ma "piovono" sberle. É successo...

La sfida: l’esame orale di maturità anche per le prof

Sono 526.317mila gli studenti pronti a diventare finalmente “maturi”....

L’impegnativo ruolo degli animatori, tra servizio e responsabilità

Hanno il compito di vigilare sui ragazzi, di seguirli...

Login

spot_img