12.3 C
Vigevano
giovedì, Novembre 26, 2020
More
    Home Coronavirus Cgil, Cisl e Uil: «Nelle case di riposo mancano Dpi, personale, tamponi»

    Cgil, Cisl e Uil: «Nelle case di riposo mancano Dpi, personale, tamponi»

    Cgil, Cisl e Uil scrivono ad Ats di Pavia e Prefettura per chiedere che vengano fatti più tamponi, anche agli asintomatici, e per segnalare la scarsità di dispositivi di protezione individuale all’interno delle case di riposo della Provincia. In attesa che la Procura di Pavia approfondisca eventuali responsabilità delle rsa e degli organismi che gestiscono l’emergenza, i tre sindacati hanno firmato una lettera congiunta in cui rinnovano la preoccupazione per i lavoratori delle strutture socio sanitarie. «Ancor oggi – scrivono – non sono garantite le condizioni di piena sicurezza per operatori e ospiti».

    LE RICHIESTE In particolare sono quattro gli aspetti su cui sarebbe necessario intervenire:

    • «la grave carenza di idonei Dpi che le strutture non riescono a reperire in quanto troppo spesso i fornitori, per ragioni di approvvigionamento, non possono consegnare nei quantitativi necessari»
    • «la carenza di personale dovuta a numerose assenze per malattia/infortunio»
    • «le tempistiche e il modesto numero di tamponi, che vengono effettuati solo in presenza di sintomi, escludendo di fatto l’auspicabile screening su tutto il personale e sugli ospiti asintomatici»
    • «i numerosi decessi tra gli ospiti che a breve potrebbero generare gravi criticità occupazionali»

    I firmatari del testo sono i segretari generali Debora Roversi (Cgil Pavia), Elena Maga (Cisl Pavia Lodi) e Carlo Barbieri (Uil Pavia), insieme ai referenti sindacali delle sezioni che si occupano direttamente dell’ambito della salute.

    CON I SINDACI Le tre sigle settimana scorsa hanno anche incontrato i rappresentanti dei sindaci pavesi, riuniti nella Conferenza dei sindaci di Ats, presieduta da Antonio Riviezzi, primo cittadino di Broni, e in questa sede hanno potuto constatare come anche gli amministratori abbiano un quadro limitato della situazione.

    Ci hanno riferito – spiegano dai sindacati – che sono a conoscenza solo dei dati relativi alle loro città, che sono sei. Ad altre informazioni non hanno accesso».

    Gds

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Ripartenza al rallentatore: le testimonianze

    La gente esce poco. Ha paura ed è confusa. E questo stato d’animo si proietta anche sul comportamento dei consumatori, tutti i consumatori, di...

    I canali ufficiali

    1,492FansLike
    79FollowersFollow
    - Advertisement -
    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it