12.3 C
Vigevano
lunedì, Luglio 26, 2021
More
    HomeCultura e tempo liberoPesca solidale al parco per abbattere le barriere

    Pesca solidale al parco per abbattere le barriere

    Due associazioni insieme un pomeriggio, per conoscersi meglio. É l’evento di pesca sportiva solidale che domenica 25 luglio dalle 15 alle 17 al parco Parri vedrà coinvolte la Società pescatori sportivi di Vigevano e l’associazione “Ricominciamo a volare”. Da una parte una realtà storica, consolidata anche nelle scuole per trasmettere la tradizione e la passione per la pesca, dall’altra un gruppo nuovo, fondato un anno fa dall’attuale segretario Enzo Miraglino per aiutare i disabili a integrarsi nella vita sociale. «E’ un evento che parla di solidarietà e sport – spiega l’assessore allo sport Nunzia Alessandrino – I pescatori del parco Parri hanno pensato di coinvolgere l’associazione “Ricominciamo a volare” che per prima si occupa di solidarietà verso gli altri. Domenica pescheranno insieme per dimostrare che le associazioni si vogliono bene. Con un obiettivo comune: abbattere le barriere ad essere fratelli». Non dice, l’assessore, che l’idea è nata grazie a lei. Ma ci pensa Domenico Lo Meo, presidente della Sps, nata negli anni ’50: «Il Comune ci ha sempre supportato. Un giorno ho parlato con l’assessore Alessandrino, e lei mi ha parlato di Rav, “Ricominciamo a volare”. Abbiamo pensato a una giornata all’aperto per conoscerci meglio, e da lì è nato tutto». Così l’assessore al volontariato, Andrea Sala: «Trovo che Rav sia partita alla grande con la dimostrazione di quanto sia difficile girare in piazza Ducale in carrozzina e con le raccolte alimentari. Ora abbiamo due associazioni che si uniscono per dare il segnale che non esistono barriere sociali e che la nostra è una città aperta e solidale, con degli sponsor che dicono “Ci siamo”. É una ripartenza non solo economica e sanitaria, ma sociale e di appartenenza. Può essere una prima puntata, poi si tirano le somme e si pensa a cosa fare in futuro». Gli sponsor sono Asm Energia, A2A e Mc Donald’s, che offrirà il pranzo ai partecipanti. Soddisfatto il sindaco Andrea Ceffa: «Sono molto contento del coinvolgimento di Sps, che esercita un ruolo fondamentale per l’insegnamento della cultura della pesca ai ragazzi». Resta il problema delle barriere architettoniche, che in piazza Ducale impediscono alle carrozzine l’accesso a molti esercizi commerciali: «E’ un problema innanzitutto della Soprintendenza ai beni architettonici – commenta Sala – mentre da diversi commercianti abbiamo trovato piena adesione». Ma i problemi per i disabili non finiscono qui: «Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico – spiega la vicepresidente di Rav, Eleonora Giannetti – ha recentemente ribadito il diritto allo sport, che sembra riservato ai normodotati: ci sono poche strutture adatte alle attività sportive per disabili, a parte la riabilitazione. Bisogna rilanciare l’ambito sportivo rendendolo fonte di aggregazione nella vita di tutti i giorni». Così il presidente di Rav, Lino Augurusa: «Cerchiamo di fare il massimo per rendere vivibile la città. Ma a volte basta una piccolezza e si blocca tutto. Bisogna fare uscire i disabili da casa». Intanto “Ricominciamo a volare” sta cercando una sede: «Li stiamo aiutando in questo – aggiunge Sala – perché possano fare progetti più dirompenti». Così il fondatore Enzo Miraglino: «Ho visto l’amico Roberto Canova giocare in carrozzina a pallacanestro, giorni fa, e negli occhi gli brillava una luce. Finora non esisteva un’associazione che tutelasse i disabili in carrozzina. L’importante è essere in tanti: l’unione fa la forza».

    Davide Zardo

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764