Settimana Sociale / La Chiesa e “Il pianeta che speriamo”

-

La Chiesa riflette su “Il pianeta che speriamo”. Dal 21 al 24 ottobre a Taranto si svolgerà la 49esima Settimana sociale, un appuntamento che metterà al centro ambiente, lavoro, futuro e soprattutto le connessioni tra questi elementi, all’insegna dello slogan “#tuttoèconnesso”.

L’obiettivo è affrontare la transizione ecologica non solo come oggetto di studio, ma anche per individuare delle buone pratiche

che individui, gruppi, imprese e istituzioni potrebbero attuare su scala locale e nazionale per realizzarla e insieme a essa «recuperare la costitutiva relazionalità tra uomo, uomini e creato», come spiegano i “Lineamenta” e lo “Instrumentum laboris”, i due documenti che preparano e orientano i lavori di Taranto così come quelli dei seminari preparatori che si sono svolti nelle diocesi di Nord, Centro e Sud Italia, ognuno con punti di vista differenti, il primo dedicato a “La transizione ecologica: il contributo del mondo delle imprese e del lavoro”, il secondo a “L’Italia riparte: visioni di futuro” e il terzo a “Annuncio evangelico tra disagio sociale e transizione ecologica”. Il seminario che ha interessato le regioni settentrionali ha visto la partecipazione anche del vescovo di Vigevano, monsignor Maurizio Gervasoni, che sarà a Taranto e che L’Araldo ha intervistato chiedendogli di interpretare il percorso che la Chiesa sta seguendo.

A CASCATA I risultati della Settimana avranno ricadute in tutte le diocesi italiane attraverso proposte, progetti, varie iniziative di disseminazione che potranno essere attuate sui territori. «A Taranto saremo presenti con un gruppo – spiega il vescovo di Vigevano – alcuni dei membri erano già presenti all’appuntamento di Padova. Alla luce di quanto emergerà potremo trarre degli spunti significativi per Vigevano e la Lomellina; al ritorno studieremo come procedere in questa direzione». Pure attraverso il coinvolgimento dei giovani, visto che della delegazione, oltre tra gli altri al presidente del Comitato intercategoriale e di Confartigianato imprese Lomellina Luigi Grechi, fanno parte anche due studenti delle superiori che, spiega il vescovo, «sono stati individuati all’interno di un gruppo più ampio. Si sono lasciati coinvolgere ed entusiasmare dalla proposta, ora vediamo quali frutti ne verranno con la partecipazione all’appuntamento di ottobre». Soprattutto nell’ottica di un maggiore coinvolgimento delle nuove generazioni, argomento a cui mons. Gervasoni è sensibile in quanto delegato per la Pastorale giovanile della Conferenza episcopale lombarda: «Non posso decidere come procedere a partire dalla mia testa, un’idea può essere lanciata, ma deve essere raccolta e bisogna capire quando potrò muoversi da sola».

Il lavoro sui giovani è iniziato da tempo e proseguirà

Settimane Sociali - gruppi di lavoro
Cagliari 27 ottobre 2017
48° Settimana sociale dei cattolici Italiani

NUOVA CULTURA Un percorso che potrebbe diventare importante altresì per sviluppare sempre più una coscienza ecologica visto che «al momento mi pare che ci sia una consapevolezza critica, ma da arrabbiati. Abbiamo belle iniziative, alcune sensibilità e ci sarebbero delle possibilità, ma il passaggio culturale vero e proprio è ancora distante. Non è ancora stato individuato un tracciato da seguire: abbiamo la differenziata, c’è attenzione all’ambiente, ci sono iniziative di volontariato, ma accanto a queste troviamo situazioni di grave degrado, nelle scuole la formazione sul tema è limitata, vedo poca economia circolare e poca responsabilità d’impresa».

Si tratta di istanze che per ora restano approssimative, manca un pensiero strutturato e politicamente articolato

Che sarebbe necessario per il passaggio a un’economia integrale, un’occasione di rilancio economico anche per le imprese. «Il nostro mondo produttivo è tendenzialmente un arcipelago, tante isole che non hanno fatto rete. Non c’è una cultura di rete tra gli imprenditori, ci sono iniziative spot individuali, senza un discorso complessivo di politica industriale. È la cultura dell’arcipelago, che frena anche questo passaggio».

Gds

Pubblicità

Per info sulla pubblicità:
Email - araldo@diocesivigevano.it
Telefono 3286736764

POPOLARI