Le anime di Forza Italia e il divorzio lomellino

Un tempo si diceva: “Moriremo tutti democristiani”, ma in Lomellina si rischia di morire tutti di Forza Italia. Nonostante il partito non sia più il primo del centrodestra per percentuali, non c’è mai stata così tanta Forza Italia nei consigli comunali e nelle liste. Se il senatore Andreotti amava così tanto la Germania da volerne due, i lomellini amano così tanto Fi da volerne due: una alleata della Lega e l’altra di Fratelli d’Italia. Per chi avesse ancora dubbi la scorsa settimana se n’è avuta la matematica certezza.

PACINOTTI RIECCOLO Il primo appuntamento elettorale che ha visto la partecipazione di un esponente di Forza Italia è stato a Cassolnovo lunedì sera al cine-teatro Verdi con l’ex assessore a Vigevano, nella giunta Cotta, Gian Pietro Pacinotti, che dopo essere transitato da Italia Viva è ritornato in Forza Italia. Ha tenuto a battesimo la lista di Luigi Parolo, che nelle proprie fila ha uno storico esponente azzurro, cioè Sandro Ramponi, che a Cassolnovo è stato sindaco per due mandati.

Ai cassolesi – ha esordito Pacinotti – dico di sostenere Ramponi, che quello che fa lo fa bene. L’endorsement non è passato inosservato e ha provocato una reazione a Pavia.

GAMBOLÓ COMMISSARIATA Che non è stata immediata, perché il vice coordinatore regionale Antonello Galiani era impegnato a commissariare la sezione di Gambolò. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale si è scoperto che il gruppo delle due iscritte di Forza Italia Helena Nai e Mara Fabrini non aveva ancora un capogruppo. Non mettendosi d’accordo le due, la decisione è stata rimessa al consiglio comunale. Che ha applicato il regolamento: tocca a quella con più anni, cioè Fabrini. Bologna però ha deciso di cambiare gruppo consigliare (per la seconda volta, prima era in maggioranza con la Lega) e di passare al civico di Elena Nai, che è un esponente di Fratelli d’Italia.

UN’ALTRA FORZA ITALIA Proprio la stessa Nai che domenica pomeriggio alla presentazione della lista di Gianfranco Delfrate “Un paese per tutti” a Cassolnovo. Nella lista di Delfrate ci sono diversi esponenti di Fratelli d’Italia e di Forza Italia. A tenere a battesimo la lista, che si oppone a quella del sindaco Luigi Parolo, c’erano Antonello Galiani e Silvia Piani, altro esponente di Forza Italia in corsa per le europee.

Andrea Ballone

Le ultime

Viaggio in parrocchia / Garlasco, la chiesa dedicata alla Beata Vergine Assunta e a Dan Francesco

La chiesa parrocchiale di Garlasco, dedicata alla Beata Vergine...

Mede, festa di leva con rissa

Il maltempo dà tregua ma "piovono" sberle. É successo...

La sfida: l’esame orale di maturità anche per le prof

Sono 526.317mila gli studenti pronti a diventare finalmente “maturi”....

L’impegnativo ruolo degli animatori, tra servizio e responsabilità

Hanno il compito di vigilare sui ragazzi, di seguirli...

Login

spot_img