12.3 C
Vigevano
sabato, Dicembre 3, 2022
More
    HomeCultura e tempo liberoVigevano "nell'occhio" del bosone di Higgs

    Vigevano “nell’occhio” del bosone di Higgs

    Un viaggio tra stazioni spaziali, pittura e formule matematiche, con la “particella di Dio” a fare da filo conduttore. Sarà un fine settimana ricco di eventi quello in programma al Castello di Vigevano: in occasione della mostra “Il Bosone di Higgs tra arte, scienza e trascendenza” allestita fino al prossimo 30 luglio nella suggestiva location della Strada Sotterranea, l’associazione Pensare Localmente Agire Globalmente ha organizzato una serie di appuntamenti interdisciplinari dedicati alle tematiche che la scoperta di questa particella, conosciuta anche come “Particella di Dio” o “Particella maledetta”, ha aperto all’attenzione di tutti.

    L’EVENTO La mostra, visitabile liberamente ogni sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19 (ingresso dall’arco di via XX Settembre), è stata organizzata in occasione dei 10 anni dall’importante scoperta. Un’occasione che meritava un evento particolare, che integrasse alla visione scientifica quella artistica, rilevando come da punti di vista diversi è possibile allargare il campo delle conoscenze umane sul piano della filosofia, della trascendenza e della capacità di riformulare la progettazione e la gestione di molti aspetti delle attività sociali. I protagonisti in mostra con le loro documentazioni e le loro opere, nonché fattivamente ideatori della stessa, sono Giuseppe Portella, artista da sempre interessato alle relazioni tra arte e scienza, e Valerio Grassi, uno scienziato in forza al Cern negli anni della scoperta del Bosone di Higgs e per questo insignito del prestigioso riconoscimento di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

    GLI APPUNTAMENTI Tornando agli eventi in programma nel fine settimana, alle ore 17.30 di sabato 23 luglio, l’artista e fotografo Stefano Marangon, conosciuto anche come il “Pittore del Sole”, propone un incontro interattivo dal titolo “Un mare di stelle”, dedicato allo studio della luce di notte e agli scatti che ha realizzato in questi anni fotografando la volta celeste. Il giorno seguente, domenica 24 luglio 2022 alle ore 17.30, a discutere di scienza e medicina sarà Daniele Piazza, docente di Fisica e Matematica Discreta presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale. La conferenza, dal titolo “Quando scienza e medicina si incontrano”, tratterà di un importante progetto di ricerca, UA9, una collaborazione che sta studiando come minuscoli cristalli di silicio potrebbero migliorare il modo in cui fasci di particelle pesanti (dette adroni) che viaggiano a velocità prossime a quelle della luce, vengono collimati nei moderni collisori presenti nei laboratori del Cern di Ginevra. Una tecnica che dal punto di vista medico potrebbe trovare applicazione nell’adroterapia oncologica.

    Nella stessa giornata, alle ore 21.15, Davide Cirioni dell’Associazione Vigevanese Divulgazione Astronomica Avda condurrà i presenti alla conoscenza della Stazione spaziale internazionale, in orbita attorno alla Terra ad un’altezza di circa 400 chilometri. «Parleremo della Stazione Spaziale Internazionale – spiegano da Avda, associazione di “astrofili” che da anni è impegnata nella divulgazione dei segreti dello spazio sul suolo ducale – cos’è, cosa serve, come è stata costruita e da chi, qual è il suo attuale equipaggio ed è possibile osservarla da casa? Tante domande alle quali daremo risposta». La serata proseguirà all’aperto, condizioni meteorologiche permettendo, in Piazza Ducale, per intercettare l’avvistamento della stazione spaziale.

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764