12.3 C
Vigevano
mercoledì, Agosto 10, 2022
More
    HomeDiocesiFesta di Sant'Ambrogio tra Duomo e Cavallerizza

    Festa di Sant’Ambrogio tra Duomo e Cavallerizza

    Quella del 7 dicembre 2021 sarà una festa di Sant’Ambrogio (patrono della diocesi di Vigevano) diversa dalle precedenti edizioni, iniziate nel 1995 grazie al vescovo Giovanni Locatelli. Il raduno dei sindaci lomellini non si terrà più al mattino nell’aula consiliare del municipio, per via delle norme anti-assembramento, ma alle 18 in Cavallerizza, luogo più adatto ad ospitare un gran numero di autorità e associazioni.
    Dopo i saluti del sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa, e del sindaco di Garlasco Simone Molinari a nome dei colleghi lomellini, prenderà la parola il vescovo Maurizio Gervasoni, dando alcuni “input” ai rappresentanti del territorio.
    «La città e la Chiesa dialogano insieme – commenta il portavoce diocesano, monsignor Emilio Pastormerlo – a proposito della vita sociale e culturale del territorio, in modo da orientarsi sulle scelte e selle decisioni che andranno prese per il bene comune”».
    Non ci sarà il consueto corteo, ma i partecipanti si recheranno comunque in Duomo per il rituale dell’olio per la lampada di Sant’Ambrogio, che quest’anno sarà offerto dal nuovo sindaco di Garlasco, Simone Molinari. Seguirà un buffet in Seminario per lo scambio degli auguri, anche natalizi, offerto dal Vescovo. E alle 20.45 in Duomo un concerto Gospel il cui ricavato (biglietto a 15 euro) sarà devoluto al Museo del Tesoro del Duomo. «Sarà una nuova esperienza – spiega il direttore del Mtd, monsignor Roberto Redaelli, attraverso un’elevazione spirituale che sarà introdotta da un’intronizzazione della Parola di Dio. Non per niente “Gospel” significa Vangelo. Il contributo degli spettatori servirà a finanziare il Museo, per importanti interventi di restauro, mostre ed eventi in programmazione. Ricordiamo “In nomine natura” di Giuseppe Parea, aperta da ottobre a gennaio. E’ questa la chiave di lettura del concerto,che collega il Duomo alla cultura». Così Nicoletta Sanna, conservatrice del Mtd. «Abbiamo scelto la modalità della preghiera Gospel contattando già dalla fine di luglio il Brotherhead Gospel Choir di Novara, che è uno dei cori Gospel migliori d’Italia, e che ha moltissime richieste. Abbiamo iniziato la pre-vendita, e a due settimane dall’evento possiamo dire che siamo già a buon punto. Se ci saranno ancora posti iberi, si potrà comprare il biglietto la sera stessa. Apriremo alle 20 per far prendere posto, e chi primo arriverà sarà favorito: la disponibilità è di 250 posti, mantenendo il distanziamento, abbiamo già prenotazioni da Galliate, Gaggiano, Casteggio».
    Dopo il concerto, sul sagrato, sarà possibile gustare il vin brulè offerto dal Gruppo alpini di Vigevano.
    «Sono contento di questa nuova modalità – commenta il sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa – che è un bel segnale di ripartenza per l’uscita dalla pandemia. Spero che a dicembre non ci siano altre restrizioni. Questa è una tradizione vigevanese che va portata avanti. Oltrettutto si ricollega al Museo del tesoro del Duomo che valorizza il Vescovo Caramuel, il quale va ricordato insieme a Ludovico il Moro e a Leonardo, vera e propria arma da giocare come attrattiva turistica».

    E PER LA SPECIALE OCCASIONE UN CORO GOSPEL INTERNAZIONALE

    Il Brotherhood Gospel Choir è nato nel 1997 ed è diretto dal musicista ed architetto novarese Paolo Viana. Vincitore di 5 Gospel Music Awards (GMA) Italy e del GJF Award, il coro vanta diverse collaborazioni con artisti di fama internazionale come gli americani Kirk Franklin, Donnie McClurkin, Myron Butler, Michael Stuckey, Kurt Carr, Jonathan Nelson, Isaac Simpson, Wendell Simpkins, Kimberly Ann Covington, Arthur Miles (vocalist di Zucchero) e con i londinesi Wayne Ellington, Michelle John, Colin Vassell, Carla Jane e Lurine Cato. Memorabile, nel 2007, l’esibizione con il leggendario artista texano Kirk Franklin, durante la sua unica data italiana allo Sporting Palace di Novara, di fronte ad oltre 4000 fan provenienti da tutta Italia. Dal 2005, sotto la direzione artistica ed organizzativa di Paolo Viana e Sonia Turcato, l’Associazione Brotherhood Gospel Choir organizza il Novara Gospel Festival, ormai diventato un appuntamento fisso e di prestigio, che porta in Italia i migliori artisti Gospel a livello mondiale, catalizzando l’interesse di un pubblico sempre più ampio, eterogeneo ed appassionato, tanto da venire premiato ai Gospel Music Awards (GMA) Italy 2012, 2013 e 2016, come “Miglior evento Gospel in Italia”. Un importante riconoscimento ed una conferma sulla validità delle scelte artistiche operate nelle scorse edizioni. Primo coro gospel italiano invitato al New York International Gospel Festival (20-26 Novembre 2018) dove il M° Paolo Viana ha diretto un mass choir composto da artisti provenienti da Giappone, Francia, Italia, Inghilterra, Stati Uniti. Il repertorio del Brotherhood, frutto di un’attenta selezione tra i migliori brani di Gospel Contemporaneo, spazia attraverso diversi generi musicali quali Jazz, Blues, R&B, Hip Hop, Rock, Latin e Funky, che ne rendono l’ascolto interessante e mai scontato. L’ultimo CD del Brotherhood si intitola “Following Your Steps” e racchiude una selezione delle migliori esibizioni dal 2010 al 2015 al Novara Gospel Festival. Ad ottobre 2018, al Teatro Coccia di Novara, il coro ha presentato con grande successo i suoi primi brani inediti, scritti in collaborazione con il cantante e compositore gospel americano Michael Stuckey. Il coro si propone per concerti in teatri, piazze e chiese, festival, eventi, convention, aperitivi, cene aziendali, riprese e spot televisivi, animazione di celebrazioni nuziali, matrimoni in chiesa e riti civili, con la possibilità di soluzioni personalizzate inclusa, a richiesta, la partecipazione di special guest internazionali.

    Davide Zardo

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,741FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764