Settimana Sociale, «la democrazia non è per sempre»

Giorni intensi per Trieste, che da mercoledì è “Al cuore della democrazia”. E’ il titolo scelto per la Settimana Sociale dei cattolici in Italia, giunta alla sua 50esima edizione e in corso dal 3 luglio. Ad aprire i lavori sono stati il presidente della Cei, card. Matteo Zuppi, e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. «Il bene comune – ha dichiarato il card. Zuppi – non è quello che vale di meno, ma è quello più prezioso proprio perché l’unico di cui tutti hanno bisogno e che dona valore a quello personale».

ZUPPI Il presidente della Cei ha sottolineato che «i cristiani prendono sul serio la patria, tanto che sono morti per essa, ma sanno anche che c’è sempre una patria in cielo e questo ci rende familiari di tutti e a casa ovunque» e per questo la Chiesa non ha timore di prendere posizione: «Parla perché è libera e ha uno sguardo amorevole e benevolo verso ciascuno: di tutti è amica e preoccupata, nessuno è per lei nemico». Non uno slogan, ma un’agenda politica precisa, «basti pensare all’inverno demografico, alla crescita delle disuguaglianze, alle percentuali di abbandono scolastico, all’astensionismo e alla disaffezione sempre più numerosa alla partecipazione democratica, alla vita scartata che diventa insignificante […] Sentiamo la sfida dell’accoglienza dei migranti, della transizione ecologica, della solitudine che avvolge molte persone, della difficoltà di spazi per i giovani, dell’aumento della conflittualità nei rapporti sociali e tra i popoli, infine della guerra che domina lo scenario internazionale e proietta le sue ombre su tutto questo». Anche perché

i cattolici in Italia desiderano essere protagonisti nel costruire una democrazia inclusiva, dove nessuno sia scartato.

In questo senso significativo è stato il ricordo di Satnam Singh, il bracciante abbandonato dal datore di lavoro con il braccio amputato in una cassetta e morto anche per il soccorso tardivo.

MATTARELLA Una perfetta assonanza tra le parole del card. Zuppi e quelle del presidente Mattarella, secondo cui «è la pratica della democrazia che la rende viva, concreta, trasparente, capace di coinvolgere», senza cadere nell’errore «di confondere il parteggiare con il partecipare»; per evitarlo «non è fuor di luogo, allora, chiedersi se vi sia, e quale, un’anima della democrazia». «Al cuore della democrazia – ha osservato Mattarella – ci sono le persone, le relazioni e le comunità a cui esse danno vita, le espressioni civili, sociali, economiche che sono frutto della loro libertà, delle loro aspirazioni, della loro umanità: questo è il cardine della nostra Costituzione». Ricordando che «la democrazia non è mai conquistata per sempre». Di fronte alla complessità delle sfide odierne ci si può chiedere a cosa serva, il presidente Mattarella risponde citando l’art. 2 della Costituzione: «A riconoscere e a rendere effettive le libertà delle persone e delle comunità». Per farlo tuttavia occorre allargare l’orizzonte poiché «si avverte la necessità di costruire una solida sovranità europea» e allo stesso tempo è necessario uno sforzo di tutti nell’alfabetizzazione democratica, in quanto

battersi affinché non vi possano essere “analfabeti di democrazia” è una causa primaria, nobile, che ci riguarda tutti. Non soltanto chi riveste responsabilità o eserciti potere.

IL PROGRAMMA Hanno cercato di farlo i delegati e il pubblico presenti nei primi giorni della Settimana Sociale e che continueranno a fare nel fine settimana, impegnati nei “Villaggi delle buone pratiche”, nei “Dialoghi” e nelle “Piazza della democrazia”. A chiudere i lavori sarà domenica papa Francesco, con la messa alle 10.30 in piazza Unità d’Italia.

Gds, Rz

Le ultime

Dichiarato fallito il calzaturificio Moreschi

Moreschi è fallita. La storica azienda, che per più...

Infermieristica, iscrizioni ok a Vigevano

L’Ospedale civile di Vigevano può continuare a contare sulla...

Dipendenze / I servizi: quanti sono e come operano in Italia

A chi può rivolgersi chi si trova a sperimentare...

Oscar green ad un giovane risicoltore

Una tecnica antica rivisitata in chiave moderna, con un...

Login

spot_img