12.3 C
Vigevano
domenica, Gennaio 23, 2022
More
    spot_img
    HomeVigevanoVigevano, risse e petardi in piazza Sant'Ambrogio

    Vigevano, risse e petardi in piazza Sant’Ambrogio

    La centralissima piazza Sant’Ambrogio “ostaggio” di bande di ragazzini: che fanno a botte, lanciano petardi, insultano i passanti e, in generale, non sembrano aver rispetto di alcun tipo di regola.

    E’ questa la denuncia che lanciano residenti e commercianti del centro storico, da qualche tempo a questa parte alle prese con le intemperanze di alcuni gruppi di giovani che hanno eletto l’area antistante al municipio, e vie limitrofe, a luogo di ritrovo. Non limitandosi a schiamazzi e comportamenti sopra le righe, ma a veri e propri atti di bullismo e vandalismo: se il mese si era aperto con le percosse ai danni di una donna intervenuta per difendere il figlio da una baby gang guidata da un 13enne, l’anno si è concluso con botti e bombe carta scoppiati senza alcun controllo in piazza, sotto le finestre delle case e a poca distanza da passanti e veicoli.

    CONTINUE INFRAZIONI DI MINORENNI «Accade ogni maledetto giorno» è il commento di un residente, che parla di petardi sotto i piedi, insulti e macchine devastate, situazione simile a quella descritta da alcuni commercianti che raccontano di come durante le frequenti risse (vere o simulate che siano) i ragazzi arrivino a spintonarsi addosso alle vetrine, irridendo le comprensibili rimostranze degli esercenti. A cavallo tra il 2021 e l’anno nuovo, la polizia locale di Vigevano è intervenuta cercando di porre freno ad alcune situazioni critiche. Il 30 dicembre scorso, il personale del comando di via San Giacomo ha individuato e sanzionato un ragazzo di 12 anni (italiano e residente in città), dopo che lo stesso aveva acceso ed esploso diversi petardi in piazza Martiri della Liberazione alla presenza di diversi passanti, danneggiando tra le altre cose un cartello posto sulla fioriera comunale. Identificato grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza comunali, non essendo lui sanzionabile, è al padre, in quanto esercitante patria potestà e per questo convocato al comando, che è stata comminata una sanzione da 160 euro più i danni materiali provocati dal botto.

    L’INTERVENTO DEI VIGILI Nel pomeriggio del 5 gennaio, durante un controllo in piazza S. Ambrogio, i “ghisa” ducali hanno proceduto invece all’identificazione di 7 ragazzi che si intrattenevano all’ingresso di un distributore automatico. Due di essi, maggiorenni, sono stati sanzionati per il mancato utilizzo della mascherina, mentre a un terzo, minorenne, è stato contestata la violazione dell’articolo 79 del regolamento di polizia urbana (quello legato agli atti vietati sulle pubbliche strade), poiché lo stesso giocava sul marciapiede spintonando altri ragazzi, saltellando e scendendo sulla carreggiata arrecando possibile intralcio ai veicoli circolanti. Sanzioni utili, secondo il sindaco Andrea Ceffa, per «per chi si ostina a non voler rispettare le comuni regole del vivere civile e ai genitori che non insegnano ai propri figli minori a farle rispettare»; una goccia nel mare, secondo l’opposizione.

    «Che venga convocata una commissione ad hoc sulla sicurezza in centro – è infatti l’appello che lancia Alessio Bertucci, capogruppo Pd, in relazione ai fatti di Capodanno, ma non solo – quello che ha oltrepassato ogni limite è il fatto che tutto il centro storico e, in particolare piazza S. Ambrogio, siano senza controllo e nelle mani delle baby gang da ormai troppo tempo e i cittadini sono davvero esausti. Servono controlli fissi e serve un piano di politiche rivolte ai giovani».

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764